FoxLife

È solo la fine del mondo: il trailer italiano del nuovo film di Dolan

di -

Con È solo la fine del mondo, il regista canadese Xavier Dolan ha vinto il Grand Prinx Speciale della Giuria a Cannes. In Italia uscirà nei cinema a dicembre: ecco il trailer.

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Conquistare il Festival di Cannes a 27 anni. Sembra un sogno irrealizzabile, di quelli su cui nemmeno i più coraggiosi si permetterebbero di fantasticare. E invece Xavier Dolan ce l'ha fatta. Con il suo nuovo film È solo la fine del mondo, il giovanissimo regista canadese ha vinto il Grand Prix Speciale della Giuria.

Xavier Dolan: è lui il nuovo nome della cinematografia mondiale?

Già prima dell'inizio della competizione il film era tra i più attesi, non solo per il cast stellare che lo accompagnava. Ma soprattutto perchè tutti, pubblico e critica, erano curiosi di scoprire la nuova opera di quell' enfant prodige, che con il film Mommy aveva ricevuto applausi da tutto il mondo. Juste la fin du mond - questo è il titolo in lingua originale - è la storia di un giovane scrittore malato terminale che torna a casa dopo dieci anni, solo per annunciare la sua morte. Per poterlo gustare al cinema in Italia, bisognerà aspettare fino al 7 dicembre, ma intanto, la casa di distribuzione Lucky Red ha finalmente condiviso il trailer tradotto nella nostra lingua.

Critiche

Alcuni dei più importanti quotidiani inglesi hanno però tacciato il film di essere claustrofobico e opprimente, addirittura insopportabile per il giornalista di VarietyÈ solo la fine del mondo non è il tipo di opera che di solito raccoglie il favore del pubblico: è lento e riflessivo, volontariamente triste. Anche per questo Xavier Dolan continua a stupire: a 27 anni ha già diretto sei lungometraggi e, almeno negli ultimi due, ha dimostrato una grande maturità ed una particolare attenzione verso gli aspetti più delicati dell'animo umano, scegliendo temi molto intimi e privati. La risposta del canadese ai suoi critici non si è fatta attendere:

Se quella persona che da cinque stelle su cinque a Creed: nato per combattere e quattro stelle e mezzo a Fast & Furious 7, poi dice che Marion Cotillard è noiosa nel mio film, allora sì, è proprio la fine del mondo. E ti chiedi cosa ci sta a fare qui a Cannes.

Il cinema di Xavier Dolan sembra destinato a diventare uno dei più discussi della prossima generazione. Nel frattempo, possiamo solo sperare che nuovi registi seguano il suo esempio, alimentando ancora la linfa vitale della settima arte.

Il cinema di Xavier Dolan è molto intimo, attento alle questioni più delicate dell'animo umano

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.