FOX  

I segreti dello S.H.I.E.L.D.: il nuovo Direttore è Captain America?

di -

Nell'ultima puntata di Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. abbiamo scoperto che Jeffrey Mace è il nuovo Direttore dell'organizzazione. Ma cosa c'entra quest'ultimo con Captain America?

623 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Dopo averci presentato il demoniaco Ghost Rider e aver sibillinamente introdotto i celebri Life Model Decoy, la quarta stagione di Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. ha messo in campo un altro importante tassello proveniente dalla lunga storia editoriale della Casa delle Idee.

Nel secondo episodio della quarta stagione dello show abbiamo infatti avuto modo di conoscere Jeffrey Mace, nuovo Direttore nonché volto pubblico dello S.H.I.E.L.D., chiamato a prendere le redini dell'organizzazione in seguito all'abbandono di Coulson.

Ai più non avrà detto molto, ma ai fan di vecchia data della Marvel il suo nome avrà fatto sicuramente tornare alla memoria quello di un personaggio che, per un breve periodo, ha indossato i panni del leggendario Captain America.

Un'illustrazione di The Patriot con alle spalle l'ombra di Captain AmericaHD© Marvel Comics
Oltre per aver indossato i panni di The Patriot, Jeffrey Mace è ricordato per essere stato il terzo Captain America

Stiamo parlando dell'alter ego di The Patriot, un supereroe della Golden Age dei fumetti apparso per la prima volta sulle pagine di The Human Torch #4, quando Marvel era ancora conosciuta come Timely Comics.

Per giustificare alcuni albi con protagonista Captain America pubblicati nel periodo in cui esso era in animazione sospesa tra i ghiacci, nel 1964 la Casa delle Idee rivelò infatti che a indossare il costume e lo scudo del celebre vendicatore in quelle store non fu Steve Rogers bensì prima William Naslund prima e poi Jeffrey Mace.

Successivamente, negli anni '70 The Patriot è tornato a far parlare di sé con un cameo tra le pagine di uno dei più grandi eventi di quel decennio, La Guerra Kree-Skrull, e per essere stato uno dei membri onorari della Legione della Libertà ai tempi della Seconda Guerra Mondiale.

Purtroppo, a Mace è tocca una delle fini più tristi mai avute da un personaggio Marvel. È infatti morto di cancro nel 1983, rassicurato nei momenti finali della sua esistenza proprio dalla figura che più di tutti l'aveva inspirato in vita: il Captain America originale.

Gli ultimi attimi di vita di Jeffrey MaceHD© Marvel Comics
Gli ultimi attimi di vita di Jeffrey Mace, trascorsi accanto a Captain America

In Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. le origini del personaggio sono ovviamente state cambiate.

Jeffrey è stato inizialmente presentato come un tipo tranquillo e affabile, dal carattere autoritario ma allo stesso tempo gentile e sorridente. Sul finire della puntata, l'uomo ha però rivelato la sua natura da inumano, mostrando di essere dotato di forza e resistenza fuori dal normale.

Nonostante difficilmente verrà mai fatta menzione di un possibile passato da vigilante di Mace nei panni del supereroe Patriot, un collegamento - se pur lieve - tra lui e Captain America è stato fatto.

Nel confronto finale tra Coulson e Jeffrey è infatti emerso che quest'ultimo è stato scelto come nuovo Direttore dello S.H.I.E.L.D. proprio al posto di Steve Rogers, ora in fuga dopo gli eventi di Civil War, in quanto si cercava un "eroe" di cui potersi fidare.

Jeffrey e Coulson in un'immagine tratta da Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D.HD© FOX / ABC
Jeffrey Mace nella sua prima apparizione in Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D., interpretato da Jason O'Mara

Per scoprire cosa riserverà il futuro al nuovo Direttore dello S.H.I.E.L.D., non vi resta che sintonizzarvi su FOX ogni mercoledì alle 21.00 e lasciarvi catturare dalla quarta stagione di Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D.!

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.