FOX

Wolverine 3: il regista spiega il motivo delle cicatrici di Logan

di -

Il regista di Wolverine 3, James Mangold, ha rivelato la motivazione per cui Wolverine è pieno di cicatrici nonostante il fattore rigenerante.

In foto Hugh Jackman nei panni di Wolverine per il film Wolverine 3

1k condivisioni 4 commenti 4 stelle

Share

Sono passati ben 16 anni da X-Men, primo ed iconico film di una lunga saga dedicato al team di mutanti Marvel.

La saga cinematografica dovrà dire addio a due tra i più importanti attori dei cinecomic, che hanno deciso di abbandonare il progetto con il loro "testamento". Ovvero Wolverine 3.

Gli attori in questione sono Hugh Jackman (Wolverine) e Patrick Stewart (Professor X) che ricopriranno i loro iconici ruoli nel film per l'ultima volta.

La maggior parte dei fan è contraria al loro addio: negli anni le loro interpretazioni hanno regalato allo spettatore non poche emozioni ma l'età avanza per tutti ed è difficile continuare a recitare in un cinecomic, soprattutto per il grande sforzo fisico che un attore deve sostenere. Hugh Jackman, in particolare, ha dovuto più volte aumentare e diminuire di muscolatura e questo processo lo ha sfiancato.

Il regista James Mangold ha da poco rilasciato sul suo account Twitter il primo trailer da Wolverine 3, una vera e propria sorpresa per gli appassionati.

Il sottofondo nel promo è Hurt dei Nine Inch Nails, reinterpretata da un magistrale Johnny Cash.

La trama del trailer ufficiale è semplice e diretta: le vicende sono ambientate in futuro post apocalittico dove le nascite dei mutanti si sono ridotte drasticamente. Un'operazione governativa detta Transigen utilizza bambini con poteri sovrannaturali come armi da guerra. Tra questi vi é la piccola X-23, una bambina dotata, a differenza di Wolverine, di soli due artigli. Wolverine e il Professor X sono visibilmente invecchiati e il secondo ha sviluppato una grave forma di demenza. Logan decide di non abbandonarlo e di prendersene cura, così come il Professore ha aiutato lui nei diversi capitoli della saga. La comparsa della misteriosa bambina porterà entrambi a compiere un ultimo viaggio per riuscire a salvarla e regalarle finalmente l'infanzia che le è stata selvaggiamente strappata.

Molti fan si sono chiesti perché Wolverine appare pieno di cicatrici, visto che è ben noto a tutti il suo potere rigenerante. Il regista James Mangold ha prontamente risposto al sito Empire sulla questione:

Per questo film abbiamo considerato l'idea di modificare quello che è il fattore rigenerante per Wolverine. Nei vecchi film il personaggio è più giovane e per questo il suo corpo si rigenera perfettamente ma, essendo Wolverine 3 ambientato in un futuro molto lontano, la situazione è drasticamente cambiata. Il fattore rigenerante c'è e funziona ma insieme ad esso, sul suo corpo, restano le cicatrici degli scontri più violenti.

Il film Wolverine 3 è un road movie liberamente ispirato alla storia a fumetti Marvel intitolata Old Man Logan e le atmosfere violente e dark sono state riportate in modo sublime anche nel trailer ufficiale.

Il cast comprende Hugh Jackman (Wolverine), Patrick Stewart (Professor X), Boyd Holbrook (Donald Pierce), Stephen Merchant (Calibano) e Dafne Keen (X-23).

Non c'è ancora una data di uscita italiana per Wolverine 3, che s'intitolerà semplicemente Logan, mentre negli Stati Uniti il film esordirà nelle sale cinematografiche il 3 marzo 2017.

Che sia davvero la fine del viaggio per Hugh Jackman e Patrick Stewart? 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.