FOX

Terry Moore conferma: Strangers in Paradise tornerà nel 2018

di -

Il fumettista statunitense Terry Moore ha annunciato al Comic Con di Parigi il ritorno della sua opera più famosa: la serie Strangers in Paradise tornerà nel 2018.

Terry Moore e i suoi personaggi

19 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Un fantastico annuncio per il mondo del fumetto. Pochi giorni fa, al Comic Con di Parigi, l'artista statunitense Terry Moore ha rilasciato una dichiarazione che avrà fatto letteralmente saltare di gioia almeno due generazioni di lettori: Strangers in Paradise tornerà nel 2018, in occasione del suo venticinquesimo anniversario.

La serie a fumetti ideata da Terry Moore nel 1993 è diventata negli anni un punto di riferimento, prima del mercato indipendente e poi anche di quello su larga scala. Pubblicata inizialmente dal piccolo editore Antartic Press, Strangers in Paradise è diventata una serie regolare con l'Abstract Studios, fondata dallo stesso autore, che ne ha curato le edizioni fino al 2007- tranne una piccola parentesi tra il 1996 e il '97 in cui è stata distribuita da Image Comics - quando ha deciso di chiuderla al numero 90.

Nell'arco di ben quattordici anni, Terry Moore ha scritto e disegnato la storia di Katina - Katchoo - e Francine, due ragazze amiche dai tempi della scuola con un rapporto, però, tutt'altro che semplice: Katchoo è innamorata di Francine, che invece la considera la sua migliore amica. Una dinamica già complicata, a cui aggiunge ulteriori problemi un terzo personaggio David Qin, corteggiatore di Katina.

Le protagoniste della serie di Terry Moore
Katchoo e Francine stanno per tornare

A questo triangolo sentimentale, si intrecciano le vicende di altri personaggi secondari e alcune particolari situazioni che fanno virare il racconto verso altri generi narrativi: in particolare, grazie ai numerosi elementi legati al passato di Katchoo, questa serie si connota di una particolare dimensione thriller. La capacità di contrapporre momenti assolutamente romantici e poetici a scene con una fortissima carica introspettiva e psicologica, ha permesso a Terry Moore di essere premiato con il Will Eisner Award per la miglior serie nel 1996.

L'artista statunitense Terry Moore
Con Strangers in Paradise, Terry Moore si è affermato come una delle voci più autorevoli del fumetto americano

Resta da capire se Terry Moore vorrà distribuire le nuove storie di Strangers in Paradise tramite la sua personale casa editrice, o se preferirà invece affiancarsi a qualche nome importante di questa industria, considerando soprattutto i nuovi impegni portati dal prossimo debutto di Motor Girl, la nuova serie dell'autore, programmato per novembre. Non si sa nemmeno se verranno pubblicati solo alcuni numeri speciali o un'intera nuova stagione. L'unica certezza, per ora, è che dopo undici anni, i fan di Strangers in Paradise potranno provare di nuovo quella fantastica sensazione...

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.