FOX

Trainspotting 2: il primo trailer ufficiale è un tuffo nel passato

di -

20 anni dopo, Renton, Begbie, Sick Boy e Spud sono tornati e non sembra proprio che abbiano messo a posto le loro vite. Ecco il primo trailer di Trainspotting 2!

498 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Signore e signori, i ragazzi sono tornati. 20 anni dopo, Renton (Ewan McGregor), Begbie (Robert Carlyle), Sick Boy (Jonny Lee Miller) e Spud (Ewen Bremner) si ritrovano in Trainspotting 2 per vivere insieme una nuova bizzarra, allucinata e politicamente scorretta avventura, sullo sfondo di una Scozia cupa e caotica, ma che sa anche regalare inaspettati e abbacinanti sprazzi di verde e natura selvaggia.

Il primo trailer ufficiale del sequel dell'iconico film diretto nel 1996 da Danny Boyle rassicura gli appassionati di Irvine Welsh e mostra quello che i fan speravano di vedere e ascoltare, a partire dalla voce fuori campo di Renton, che ancora una volta veste i panni del narratore e riparte proprio da dove aveva finito, ovvero dal suo celebre monologo... in versione riveduta e corretta, secondo il sentire moderno:

Scegli la vita. Scegli Facebook, Twitter e Instagram e spera che a qualcuno, da qualche parte, importi qualcosa.

Nel primo assaggio del film, Renton dichiara di non fare più uso di droga e di aver messo la testa a posto, ma i fatti sembrano contraddirlo, con immagini che mostrano una piantagione artigianale di marijuana, un frigo pieno di quelle che hanno tutta l'aria di essere pastiglie di qualche non meglio precisata sostanza stupefacente, tanta cocaina e "viaggi" in realtà alterate.

A contribuire all'impressione che il protagonista non abbia davvero chiuso con il passato c'è la sua vecchia fiamma, Diane (Kelly Mcdonald), che da studentessa sopra le righe è diventata una sofisticata donna d'affari.

Trainspotting 2: immagini dal setCloud Eight Films
Ewan McGregor e Jonny Lee Miller sul set di Trainspotting 2 con Danny Boyle

I compagni di un tempo non danno l'idea di aver fatto molti più passi in avanti. Begbie è ancora un collerico, Sick Boy l'indecifrabile e mellifluo personaggio di sempre con i capelli ossigenati e Spud il dolente emarginato per il quale non sembra esserci posto in nessun luogo e in nessuna epoca.

Tuttavia, gli anni sono passati e Renton è tornato dai suoi "amici" - gli stessi che ha abbandonato alla fine del primo film, fuggendo con il malloppo del loro colpo ai danni di uno spacciatore - per proporre un affare irrinunciabile, ovvero un business "molto innovativo" nel mondo della pornografia.

La scena del water in TrainspottingHDFilm4 Productions
La disturbante scena del bagno di Trainspotting

L'evoluzione cinematografica della storia segue in maniera abbastanza fedele quella letteraria. Trainspotting 2 è basato su Porno, il romanzo di Irvine Welsh che, nelle intenzioni dell'autore, continua la narrazione delle vicende di Renton, Sick Boy e compagnia. Tuttavia, i fatti sul grande schermo si svolgono 20 anni dopo, mentre nel libro il salto temporale è solo di 9.

Una scelta che ha richiesto diversi adattamenti allo scrittore e allo sceneggiatore John Hodge, lo stesso del primo film. Parlando con il giornale inglese Evening Standard, Welsh ha dichiarato:

Abbiamo dovuto aggiornarci molto. Gli attori sarebbero stati più vecchi di 10 anni, quando Porno è uscito, e ora ne hanno 20 di più. Bisogna tenere conto di questo.

Ma a complicare la vita a Hodge e Welsh non è stata solo la questione anagrafica. Nella realizzazione della sceneggiatura, i due hanno dovuto considerare anche l'evoluzione del settore della pornografia online:

Una delle difficoltà di adattamento di Porno è che gran parte del libro parla di pornografia online, che è cambiata molto, da quando il libro è stato scritto - o almeno così ho capito - e questo comporterebbe una massiccia revisione.

Per sapere come e quanto l'autore e il suo fedele braccio destro hanno messo mano alla trama originale, non resta che aspettare il 27 gennaio 2017, data per la quale è fissata l'uscita del film in Gran Bretagna.

Tuttavia, a giudicare dal primo trailer, Trainspotting 2 fa ben sperare. Anche per la colonna sonora. Born Slippy di Underworld c'è ancora, accompagnata da Silk del gruppo Wolf Alice. E chissà che non ci sia spazio per un momento revival con Lust for Life di Iggy Pop, che è comunque già stata utilizzata per il teaser trailer...

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.