FOX  

American Horror Story: Roanoke e il mistero di Croatoan

di -

Il terzo episodio di American Horror Story: Roanoke ci porta dritti a un mistero già affrontato prima. Cosa significa Croatoan? E dove l’abbiamo già sentito in TV?

416 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Croatoan.

Il terzo episodio di American Horror Story: Roanoke, incentrato sulla scomparsa della piccola Flora e sull’introduzione del personaggio di Cricket Marlowe, ha per protagonista questa parola.

La parola pronunciata da due ragazzi Polke, trovati in un fienile a nutrirsi di una scrofa.

La parola gridata da Cricket (il grande caratterista Leslie Jordan) contro Thomasin White (Kathy Bates), nota anche come la Macellaia, per difendersi dalle sue minacce nel bosco.

Leslie Jordan è Cricket Marlowe

Fra sedute spiritiche, flashback che ricostruiscono la storia della colonia di Roanoke e di Thomasin, presentandoci suo figlio Ambrose (Wes Bentley) e riproponendo il personaggio di Lady Gaga intravisto la settimana scorsa, American Horror Story infittisce il suo mistero.

Per i fan della serie, “croatoan” non è una parola sconosciuta.

Nella prima stagione, Murder House, la sensitiva Billie Dean Howard (Sarah Paulson) la introduce come una sorta di incantesimo per scacciare gli spiriti.

Proprio come fa il sensitivo Cricket nella sesta stagione.

Ma c’è di più. Molto di più.

Kathy Bates è la Macellaia in Roanoke

Croatoan fu l’unica, misteriosa traccia rinvenuta dopo la sparizione della colonia di Roanoke.

Venne trovata incisa sul tronco di un albero nei pressi della colonia e - pare - anche parzialmente (con le prime tre lettere) sulla recinzione che delimitava il territorio della colonia.

Inoltre, Croatoan era il nome dell’isola in seguito conosciuta come Hatteras, al largo della Carolina del Nord.

L’incisione, dunque, potrebbe essere stata un’indicazione dei coloni verso il luogo in cui avevano deciso di trasferirsi. Sebbene l’interruzione dell’incisione parziale non abbia ancora una spiegazione.

Inoltre, sempre il personaggio della Paulson in Murder House, fa riferimento alla colonia di Roanoke raccontando la storia di come il termine “croatoan”, nel 1590, ebbe successo nell’esorcizzare i fantasmi che perseguitavano i nativi americani dopo la misteriosa scomparsa dei coloni.

E non è ancora finita: diverse altre serie TV si sono occupate della misteriosa parola.

In Supernatural viene usata da Sam durante le indagini su un virus di origini demoniache che sta infettando gli abitanti di una cittadina dell’Oregon.

Secondo lui, il termine - trovato inciso su un palo del telefono, in richiamo alla storia di Roanoke - fa riferimento a un demone capace di scatenare piaghe e pestilenze, distruggendo intere città.

Sleepy Hollow se ne occupa nella prima stagione, in un episodio che fa diretto riferimento alla sparizione dei coloni di Roanoke e che interpreta il termine come Supernatural, associandolo a un virus.

Croatoan in Supernatural

Croatoan compare anche nella serie di fantascienza Andromeda, nell’episodio della terza stagione che racconta la storia di una colonia scomparsa citando la storia di Roanoke.

Il termine ricorre anche in un episodio della quinta stagione di Haven legato, fra le altre cose, alla fuga di Jeffrey Doohan dall’ospedale psichiatrico.

Infine, la ciliegina sulla torta: Falling Skies.

Nel quarto episodio della quarta stagione, Hal usa la scritta croatoan per lasciare un messaggio al padre (ex professore di storia e quindi informato sulla colonia di Roanoke) che gli alieni non possono interpretare.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.