FoxLife

Lady Gaga protesta contro l'elezione di Donald Trump a Presidente

di -

Lady Gaga si è diretta verso le Trump Tower munita di cartello per protestare contro la vittoria di Donald Trump: la cantante ha deciso di non arrendersi.

Lady Gaga

358 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Lady Gaga non ci sta e protesta contro il risultato delle elezioni americane che hanno incoronato Donald Trump 45esimo Presidente degli Stati Uniti d'America. 

Mashable ha rivelato che la cantante è stata vista addirittura in lacrime quando i numeri cominciavano a decretare la vittoria dei repubblicani. 

Dopo lo scoramento, però, Lady Gaga ha tirato fuori le unghie e si è diretta verso la Trump Tower di New York per protestare. 

Lady Gaga prima del votoDaily Mail
Lady Gaga fotografata prima del voto

La cantante ha espresso il suo dissenso con un cartello con il gioco di parole "Love Trumps Hate" vale a dire "L'amore batte l'odio"

È questa, infatti, la reazione che ha accomunato da subito molti sostenitori della Clinton: la volontà di non arrendersi. 

 Katy Perry, un'altra grande fan di Hillary, ha assunto lo stesso atteggiamento con un tweet che incita gli americani a non stare fermi e a non piangere. 

E mentre qualcuno si interroga sulla scarsa capacità delle star di influenzare l'elettorato, Lady Gaga va dritta per la sua strada continuando a spendere parole contro il nuovo Presidente. 

Se durante la campagna elettorale aveva cambiato il nome del suo account Twitter in #VoteHillary, oggi lo ha modificato di nuovo in #CountryOfKindness.

Tantissimi hanno usato l'hashtag di Lady Gaga per lanciare messaggi di speranza per il futuro dell'America. 

Donald Trump risponderà mai a queste reazioni di protesta? Per il momento non ci sono stati commenti ufficiali rivolti alle star che hanno apertamente espresso rabbia e dubbi. 

Certo, il nuovo Presidente ha scelto come canzone della vittoria You can't always get what you want dei Rolling Stones, nonostante il gruppo avesse già chiarito a maggio di non aver autorizzato l'uso dei propri brani. 

Insomma, la scelta di Trump sembrerebbe quasi una risposta!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.