FOX  

Un cuore che romba come un motore: ecco chi è Daryl Dixon

di -

Carisma, fascino, lealtà: Daryl Dixon è stato creato per essere amato dal pubblico di The Walking Dead. Scopriamo come gli sceneggiatori hanno raggiunto lo scopo.

Un cuore che romba come un motore: Daryl Dixon

2k condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Daryl Dixon: il personaggio creato, studiato e costruito ad arte per piacere a tutti.

Nel fumetto di Robert Kirkman da cui è tratta The Walking Dead, Daryl non esiste.

È stato introdotto appositamente nella serie TV, con lo scopo di accaparrare le simpatie del pubblico, svolgere un importante ruolo narrativo e dimostrare la vera natura del racconto: esplorare la natura umana in situazioni inimmaginabili.

Per dar vita a un personaggio in modo efficace, gli sceneggiatori creano una biografia completa.

Un passato dettagliato, che non necessariamente emergerà durante il racconto sullo schermo, ma che serve a dare spessore al personaggio, a farlo conoscere agli scrittori e a farlo agire e reagire in modo “naturale” nelle situazioni più disparate.

Per gli sceneggiatori è come un amico carissimo: lo conoscono talmente bene che sanno già cosa farà o cosa dirà in un determinato contesto. 

Il che aggiunge credibilità alla sua esistenza sullo schermo.

The Walking Dead: Daryl Dixon

Di Daryl Dixon sappiamo che ha avuto un infanzia difficile, che il padre beveva e lo picchiava, e che il fratello maggiore Merle - dopo averlo coinvolto nei suoi loschi traffici - se n’è andato di casa, lasciandolo solo col padre.

Sappiamo che ha frequentato le compagnie sbagliate, ma che - a differenza di Merle - non ha una propensione per il crimine. Anzi.

Le sue caratteristiche principali, sempre dal punto di vista della scrittura, sono tre.

E la loro unione ha contribuito a renderlo il personaggio di successo che è diventato.

Protagonista di un episodio commovente, carico di tensione e di dramma.

1. Fatti, non parole

Il primo tratto distintivo di Daryl è sempre stato questo: dimostra il suo valore e le sue inclinazioni con i fatti, più che con le parole.

Non è mai stato un gran chiacchierone, il che contribuisce sia ad alimentare l’alone di mistero che lo circonda, sia a renderlo trasparente agli occhi del pubblico: le azioni, si sa, contano molto più delle parole.

E basta guardare come agisce e reagisce Daryl, per capire che è un brav'uomo. Uno su cui si può sempre contare, a patto di ricambiarlo con la stessa lealtà.

Norman Reedus è Daryl Dixon

2. Bello e dannato

È uno dei trucchi più vecchi, in sceneggiatura: mescolare avvenenza con mistero e una tendenza a spingersi ai limiti della legge. Tipico degli eroi western, trasportati con successo in altri contesti.

L’aspetto fisico, si sa, sullo schermo è fondamentale. Almeno al primo impatto. Ci sono personaggi “bruttini” che conquistano ugualmente il pubblico, ma non è questo il caso.

La scelta di Norman Reedus ha contribuito in maniera fondamentale sia a rendere Daryl piacente, che a conferirgli quell’aria da “cattivo ragazzo” tipica dei personaggi più amati.

Difficile ricordare i momenti - rarissimi - in cui Daryl ha sorriso: la sua aria cupa, che contribuisce a renderlo imperscrutabile, fa parte del suo fascino.

In sceneggiatura si chiama carisma.

3. Un duro dal cuore tenero

Come nella migliore delle tradizioni letterarie, Daryl Dixon è un duro dal cuore tenero.

Sotto la scorza da ribelle, intollerante all’autorità e costretto a crescere in un mondo già duro, ancor prima che lo dominassero gli zombie, Daryl nasconde una sensibilità non comune.

Come molti personaggi che hanno vissuto un'infanzia difficile, ha imparato a nascondere quella fragilità per sopravvivere, ma non può cancellarla.

La vediamo emergere episodio dopo episodio, stagione dopo stagione, dal suo rapporto con Carol al suo legame con Rick, di cui diventa “fratello”.

Dal suo modo di fare il fratello maggiore con Beth alla sua voglia di aiutare Bob, promettendogli di non lasciarlo mai solo (salvo rimangiarsi la promessa quando scopre che aveva messo a rischio le vite di tutti per procurarsi una bottiglia).

Anche quando cambia idea, Daryl Dixon è sempre coerente: tutte le sue azioni sono giustificate dal suo codice morale, che è molto più rigido di quanto sembrasse all’inizio.

La lealtà, il coraggio e l’altruismo completano il quadro di un personaggio carismatico, che nemmeno i Salvatori - per un lungo periodo - riescono a piegare.

Perché Daryl è un uomo tutto d’un pezzo, un uomo che sembra appartenere a un’epoca lontana e che non s’interessa ad alcun aspetto superficiale della vita.

Un uomo creato per essere amato.

E noi lo amiamo. Facciamo il tifo per lui. E sappiamo che non ci tradirà mai…

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.