FOX

Animali Fantastici e Dove Trovarli, la recensione no spoiler del film

di -

Il magico mondo di J.K. Rowling torna al cinema con l'attesissimo spin-off Animali Fantastici e Dove Trovarli: ecco la nostra recensione senza spoiler del film.

Animali Fantastici e Dove Trovarli

772 condivisioni 0 commenti 4 stelle

Share

Dopo lo spettacolo teatrale londinese e le tante novità riguardanti il magico e mai davvero sopito mondo di Harry Potter, il culmine di questo magico 2016 è arrivato: tra pochissime ore curiosi e fan della saga potranno finalmente vedere Animali Fantastici e Dove Trovarli, il primo capitolo di una nuova avventura nell’universo magico di J.K. Rowling, uno spin-off ambientato a inizio Novecento a New York.

Se avete paura di possibili anticipazioni che possano guastarvi la sorpresa e la visione, non temete! Questa recensione è assolutamente spoiler free!

La recensione senza spoiler di Animali Fantastici e Dove TrovarliHDWarner Bros.
Tina e Newt in Animali Fantastici e Dove Trovarli

Dopo la Prima guerra mondiale, l'autore del celebre volume Animali Fantastici e Dove Trovarli, Newt Scamander (Eddie Redmayne), sta ancora scrivendo il suo manoscritto. Dopo aver a lungo viaggiato e studiato, Newt approda a New York con una valigia magica in cui si nascondono meravigliose creature fantastiche. Il clima in città però è teso: la comunità magica rischia di essere scoperta per via di alcuni misteriosi incidenti e una setta di No-Mag (il termine americano per babbani) denuncia a gran voce la presenza di streghe e magie e chiede un’epurazione. Quando alcune delle creature di Newt verranno liberate per errore nelle strade newyorkesi, lo schivo e misterioso mago britannico sarà costretto a lavorare in squadra per recuperarle. Al suo fianco ci saranno il No-Mag che sogna di diventare pasticciere Jacob Kowalski (Dan Fogler) e le sorelle magiche Tina (Katherine Waterston) e Queenie Goldstein (Alison Sudol).

Non c’è recensione negativa che possa convincere qualcuno a non recarsi al cinema ed è probabile che Warner Bros. si accinga a scalare il box office. Animali Fantastici e Dove Trovarli però per molti versi vive dell’enorme eredità della saga precedente e capitalizza ben poco, aprendo la strada futuri capitoli che dovranno dimostrare di avere una marcia in più di questo primo, prevedibile film introduttivo.

La recensione senza spoiler di Animali Fantastici e Dove TrovarliHDWarner Bros
La locandina del film

L’aspetto più riuscito del film è sicuramente il ritorno nel mondo magico potteriano e le tante meraviglie racchiuse nella valigia di Newt. Rispetto al passato, il tono è più sognante e positivo e il target di riferimento non sembra essere solo quello degli appassionati ormai cresciuti (che si potranno comunque divertire con una fiumana di citazioni e strizzate d’occhio che metteranno alla prova anche i più esperti) ma anche quello delle nuove generazioni, nate dopo la conclusione della saga principale.

Questo finisce per frenare parecchio il film quando tenta di raccontare il mondo magico newyorkese, che rimane più una promessa che uno scenario nuovo e distinto dalle mura di Hogwarts. Le differenze tra la visione e politica magica inglese e quella statunitense potevano essere un buon filone da seguire, così come un taglio più adulto e meno ingenuo derivante dall’età dei protagonisti, che invece rimangono un po’ sospesi in un limbo e mai veramente sviluppati.

Se almeno Newt Scamander (Eddie Redmayne) sembra vago perché ricco di misteri ancora da svelare, la controparte femminile Tina (Katherine Waterston) sembra invece priva di profondità e interesse, incapace di darsi uno scossone e condurre un pezzo di storia. L’altra metà del quartetto protagonista invece sembra già molto ben rodata, pur rimanendo nel territorio del tradizionale e del prevedibile.

La recensione senza spoiler di Animali Fantastici e Dove TrovarliHDWarner Bros.
Jacob, Newt e Tina in Animali Fantastici e Dove Trovarli

È questo quello che rende Animali Fantastici e Dove Trovarli un’introduzione poco memorabile: la sua enorme, terribile prevedibilità, che dà davvero il peggio di sé quando si passa ad analizzare i personaggi di Ezra Miller e Colin Farrell. J.K. Rowling non sembra avere nuovi trucchi nel cappello e ricicla qualche vecchio incantesimo che rende il finale tutt’altro che inaspettato, rivelandosi la fiera della banalità telefonata.

Certo al film giova molto avere dalla sua parte un regista esperto di mondi potteriani come David Yates (tornato in forma dopo lo scivolone di The Legend of Tarzan), ma né la sua rassicurante conduzione, né la maestosa colonna sonora, né gli effetti speciali il più delle volte ben realizzati (ma meno convincenti del passato) possono salvare un film che risulta davvero interessante solo in prospettiva passata, come erede di una delle più grandi saghe cinematografiche della storia recente, e futura, come primo, non esaltante passo verso la futura cinquina di film già annunciati.

Animali Fantastici e Dove Trovarli sarà nelle sale a partire dal 17 novembre 2016.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.