FOX

Sam Raimi ci aggiorna sul film di The Last of Us (e non sono buone notizie)

di -

Il regista Sam Raimi ha svelato gli ultimi aggiornamenti in merito a The Last of Us, il film che si ispira all'omonimo videogioco horror di grande successo.

Sam Raimi il regista

302 condivisioni 0 commenti

Condividi

È già passato un po' di tempo da quando è stato annunciato che il film basato sul videogioco The Last of Us sarebbe stato realizzato e che Maisie Williams, stella di Game of Thrones, avrebbe fatto parte del cast.

Uno dei produttori del progetto è nientemeno che Sam Raimi (già regista delle trilogie di Evil Dead e Spider-Man), attraverso la sua società di produzione Ghost House Pictures. Come riporta Geeks of Doom, però, Raimi ha dichiarato che la produzione del film è completamente bloccata. La ragione dell'attuale stato dei lavori di The Last of Us risiederebbe in una controversia sorta tra Neil Druckmann, celebre direttore creativo della game house Naughty Dog, e Sony.

Queste le parole di Sam Raimi:

Beh, purtroppo, quando siamo andati da Neil come Ghost House Pictures speravamo di ottenere i diritti, come accade per ogni progetto. Poi l’avremmo preso e venduto, continuando a controllarne i diritti. Nel nostro caso Neil è andato da Sony – con cui ho un ottimo rapporto – che, però, aveva i suoi piani per il film. Penso che il piano di Neil – e non sto cercando di essere diplomatico – non sia lo stesso di Sony. E, visto che la mia azienda non ha i diritti, non lo posso aiutare molto. Anche se sono uno dei produttori, il modo in cui ha organizzato la cosa prevede la vendita dei diritti a Sony. Sony mi ha assoldato come produttore per caso e non posso svincolare i diritti per Neil, non ho il controllo del progetto e non posso dirvi che cosa Sony e Neil decideranno di fare. Se andranno avanti mi piacerebbe poterli aiutare di nuovo.

Questo non significa che il film sia ufficialmente morto, soltanto che per ora le cose stanno così:

Sì, sono ancora nel progetto. Non sono però troppo sicuro di che cosa significhi. In questo momento è abbandonato lì. Non vogliono andare avanti e non posso dire il perché. Credo che Neil sia in leggero disaccordo con loro su come le cose dovrebbero andare, quindi siamo ad punto morto. E io non ho il potere di fare nulla.

Insomma, per il momento il celebre videogioco è destinato a rimanere tale, in attesa di nuovi e clamorosi aggiornamenti.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.