FOX

Nel trailer di Attraction si fondono Independence Day e District 9 (in Russia)

di -

Attraction è un interessantissimo film russo su un ipotetico contatto fra umani e alieni: sono buoni o cattivi? Giudicate voi...

322 condivisioni 0 commenti

Condividi

Attraction, film sci-fi diretto da Fedor Bondarchuk e ambientato in Russia, ha attirato l'attenzione anche del mercato americano. Non è un caso se Columbia Pictures si sia fatta avanti per distribuire la pellicola, che arriverà nella ex-Unione e in altri paesi a inizio 2017.

Il film, infatti, è davvero promettente e mette sul piatto degli effetti speciali davvero di livello. Almeno, questo è quanto possiamo giudicare dal trailer diffuso da pochissimo in rete. Attraction, inoltre, sarà il quarto film russo ad essere girato in formato IMAX.
Insomma, ci sono tutti i presupposti per un blockbuster, seppur di genere.

Il film racconta di una misteriosa navicella spaziale che entra in contatto con la Terra, precisamente con la città di Mosca e i suoi abitanti. Le persone, ovviamente, reagiscono in modo diverso a questa novità: c'è chi è curioso e chi è spaventato.

Nel trailer possiamo vedere gli alieni in azione, in parecchie scene: c'è un inseguimento in auto e persino una scena di combattimento fra l'extraterrestre e un essere umano, in seguito a quelle che sembrano essere delle tensioni crescenti fra i moscoviti e gli "ospiti".

Ci sono anche delle sequenze in cui l'alieno salva una ragazza, dopo essersi beccato anche una pallottola da quest'ultima. La domanda sottesa a tutto il film sembra essere la classica "sono amichevoli o no?".

Ad ogni modo è affascinante ammirare un film non-inglese avventurarsi nel territorio degli sci-fi ad altro budget, da tempo appannaggio del sistema Hollywood e affini. Per questo aspetto, Bondarchuk sembra essere il perfetto ambasciatore della filmografia russa: il suo precedente film Stalingrad, infatti, è stato il primo ad essere girato e proiettato in IMAX.

Se Attraction sarà capace di espandere la classica tematica degli alieni è tutto da verificare. C'è comunque la curiosità di vedere un diverso approccio culturale ad una formula ben nota e sfruttata a fondo dall'industria cinematografica anglofona.
Speriamo in qualche sorpresa.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.