FOX  

The Exorcist: Recensione episodio 4. La festa mobile

di -

Finora abbiamo assistito solo a qualche battaglia. La vera guerra fra Bene e Male sta per cominciare. E, poco ma sicuro, sarà una guerra senza esclusione di colpi.

The Exorcist recensione episodio 4

158 condivisioni 1 commento 0 stelle

Share

Non era necessario arrivare alle uova rivoltanti, per capire che quello di Casey era un incubo: sapevamo dalla scorsa settimana che l’attacco in metropolitana aveva avuto delle conseguenze.

E così è stato.

Per l’intero episodio, abbiamo assistito ai preparativi per il clou della stagione: l’esorcismo.

Il rituale degli esami medici invasivi, per escludere patologie di qualsiasi genere, ci ha mostrato immagini ad alto tasso di emotività.

Casey in ospedale, sottoposta a un ricovero forzato

La povera Casey, martoriata da un sempre più spaventoso uomo invisibile (che marcisce, minuto dopo minuto, man mano che corrode l’anima di Casey), ha vissuto l’anticamera dell’inferno.

Ha lottato disperatamente per non arrendersi, per resistere al mostro che ha preso possesso del suo corpo ma che in realtà vuole la sua anima.

Ha percorso le tappe classiche del genere: dai primi sintomi alle manifestazioni massicce, fino al ricovero forzato per scoprire le cause del suo comportamento. Naturalmente senza alcun esito soddisfacente.

E alla fine, incatenata al pavimento della propria camera -  con materassi e cuscini alle pareti e la rimozione di ogni altro oggetto o mobile - è stata preparata per affrontare la sua sfida più grande.

L’atteso esorcismo, a cui assisteremo dal prossimo episodio.

Mentre, intorno a lei, tutto e tutti sono stati preparati per arrivare all’inevitabile scontro fra il Bene e il Male, la fede e la blasfemia, la luce e l’oscurità.

Padre Marcus, seguendo le indicazioni di Padre Bennett (che evidentemente, pur avendogli consegnato la scomunica, ha a cuore il destino di una Chiesa che è stata compromessa), ha incontrato prima una bizzarra coppia di guide turistiche e poi la Madre Superiora di un convento in cui si praticano esorcismi.

Ha ritrovato la fiducia in se stesso, la fede e il proprio potere contro alla tenebre grazie a un nuovo approccio: l’amore.

Compassione, perdono e amore sono la chiave per riconquistare anime perdute.

L’abbraccio di Madre Bernadette è il simbolo di una nuova prospettiva, in cui l’umanità - e i suoi sentimenti - hanno il sopravvento su un soprannaturale pieno di astio e di false promesse.

The Exorcist: episodio 4. Padre Marcus impara un nuovo approccio all'esorcismo

Anche Padre Tomas si prepara al suo primo scontro faccia a faccia con un demone: studia di nascosto i rituali, prova a scavalcare il vescovo per ottenere l’autorizzazione ed è pronto a rischiare tutto ciò che ha, e in cui crede, per aiutare Casey.

La famiglia Rance - con i genitori in attesa dell’esorcismo e Kat che non crede sia una soluzione sensata - chiude il cerchio.

Tutto è pronto, ora.

Finora abbiamo assistito a qualche schermaglia, ma d’ora in poi si fa sul serio.

La guerra è iniziata e soltanto uno, fra Dio e il Diavolo, ne uscirà vincitore…

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.