FoxLife

Un live-action per l'orsetto Winnie the Pooh: Marc Forster alla regia

di -

Dopo il successo di molte altre trasposizioni live-action, Disney ha deciso di puntare sull'orsetto Winnie the Pooh. Il regista sarà Marc Forster di World War Z.

Winnie the Pooh e i suoi amici

56 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Ormai è assodato: le rivisitazioni live-action dei classici Disney riscuotono puntualmente un notevole successo.

Dopo il successo di film come Il Libro della Giungla, Cenerentola e con il prossimo arrivo de La Bella e la Bestia, la casa di Topolino ha deciso ora di puntare a un film su uno dei suoi personaggi più iconici: Winnie the Pooh.

Il celebre orsetto creato da A.A. Milne nel 1926 è infatti stato protagonista di lungometraggi, varie serie di cartoni animati nonché di un merchandising targato Disney parecchio redditizio.

Il film di Winnie PoohCopyright Disney
Una scena proveniente dal film di Winnie Pooh del 1966

Vedremo quindi nuovamente la storia di Winnie Pooh narrata questa volta in versione non animata? In realtà no.

Il film, infatti, si intitolerà Christopher Robin e sarà una sorta di sequel.

La trama è questa: Christopher Robin (il bambino la cui fantasia dava vita all’orsetto Pooh e ai suoi amici) è ormai cresciuto, è diventato un uomo d’affari e ha ormai messo da parte la sua immaginazione. Il suo attaccamento per il lavoro rischia anche di mettere in pericolo i suoi legami affettivi, dal momento che per esso finisce anche per trascurare sua moglie e la loro figlia. Fortunatamente per il cresciuto Christopher Robin, tornerà a fargli visita proprio il suo vecchio amico Winnie Pooh, che lo aiuterà a recuperare quella gioia fanciullesca che sembrava da tempo perduta.

Copertina italiana di Winnie PuhCopyright Salani Edizioni
Una copertina italiana del libro di Mine in cui il personaggio è chiamato Winnie Puh

Per gli interpreti di questo film ancora non si sa nulla, ma alla regia sembra essere confermato Marc Forster, regista di pellicole come Vero Come la Finzione, del bondiano Quantum of Solace e di World War Z.

Scelta piuttosto curiosa, dal momento che nessuno di questi film si avvicina come genere alle pellicole per ragazzi.
Ma chissà, forse Forster si rivelerà il più adatto per guidare il pubblico all’interno del magico Bosco dei Cento Acri.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.