FOX  

La scena brutale di Negan nella 7x01 mette nei guai The Walking Dead

di -

Le violente uccisioni di Negan hanno shockato milioni di fan di The Walking Dead, attirando però l'attenzione di Ofcom che sta indagando per la violenza della scena.

Un attimo prima che Negan colpisse violentemente Abraham

2k condivisioni 14 commenti

Condividi

Lo shock provocato ai fan dal ritorno di The Walking Dead lo scorso 24 ottobre, ha creato un forte riverbero nel mondo dell'entertainment e non solo.

La violenta scena delle uccisioni di Glenn e Abraham, avvenute per mano di Negan e della sua assetata Lucille, è infatti stata messa sotto processo da Ofcom, società che controlla l'intero mondo della comunicazione in UK.

Stiamo investigando sul season premier di The Walking Dead 7 perché conteneva scene troppo violente per essere uno show in prima serata.

Ovviamente FOX UK si è difesa affermando che già molte parti troppo cruente erano state tagliate dalla versione americana prima di essere trasmesse. La Ofcom però sembra decisa a continuare le indagini al fine di tutelare nel migliore dei modi i telespettatori del Regno Unito.

A difesa dello show si è messo anche Michael Cudlitz, attore interprete di Abraham, che ha sottolineato quanto quella scena fosse stata annunciata da tempo.

Sapevamo tutti che sarebbe successo. Era fondamentale che fosse brutale e spietata, proprio come era Negan quando è stato presentato. Era giusto che fosse così, poche storie!

E voi cosa ne pensate? Erano troppo crude per voi o siete d'accordo con Cudlitz?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.