FOX  

The Walking Dead: Recensione episodio 7x06. Giura

di -

In un mondo dominato da Negan e i Salvatori, in cui sembra esserci una sola soluzione, scopriamo che c’è ancora possibilità di scelta. E di fare la scelta giusta.

679 condivisioni 2 commenti 5 stelle

Share

Tanti personaggi, tante storie, tante situazioni diverse.

Nel primo episodio di questa settima stagione in cui rivediamo Tara (dopo parecchio tempo), assistiamo a una storia di speranza.

Tara e Heath, partiti in cerca di provviste, sono rimasti separati dal gruppo. Non sanno di Negan e dei Salvatori.

Non sanno che gli uomini che hanno sterminato alla stazione satellitare erano solo una piccola parte dell’esercito di Negan.

Non sanno che le ritorsioni per quell’attacco hanno colpito molte altre persone.

Tara, protagonista dell'episodio "Giura"

Ciononostante, non è questo il messaggio dell’episodio.

La storia è incentrata sulla speranza, dicevo: la speranza di incontrare qualcuno che, anziché spararti a vista, ti salva la vita.

Qualcuno come Cyndie.

La speranza di sopravvivere all’attacco di un gruppo di zombie, come è successo a Tara e (presupponiamo) forse anche a Heath.

Soprattutto, la speranza di poter continuare a fare la cosa giusta, anche in un mondo sbagliato.

Di poter continuare a essere brave persone, anche in un mondo cattivo.

The Walking Dead: Tara nell'episodio 7x05

La storia di Tara e della comunità in cui s’imbatte, composta da sole donne - e non per scelta, scopriamo - è la storia delle possibilità.

A Hilltop, come ci ricorda Heath, le cose sono andate in un certo modo. Sono state fatte determinate scelte e si è scelto di vivere secondo certe regole.

Ad Alexandria, prima dell’arrivo di Rick Grimes e compagni, era successa la stessa cosa: scelte, regole, interpretazioni della sopravvivenza.

Ciascuno dei gruppi che abbiamo incontrato nell’intera serie rappresenta un’interpretazione di diverse possibilità.

Questo episodio ci ricorda che il mondo di Tara, e la sua nuova famiglia, non è necessariamente l’unico possibile.

Il villaggio delle donne guidate da Natania, chiuso e ostile a ogni estraneo, ha delle regole scaturite da necessità.

Il villaggio guidato da Natania

La necessità di proteggersi, di nascondersi, di sfuggire alla vendetta dei Salvatori.

Tara e Cyndie sono due brave persone finite in schieramenti che finiscono per trovarsi su fronti opposti. Ciononostante, restano due brave persone.

Cyndie aiuta Tara a scappare, salvandola da Beatrice e Kathy, le due donne incaricate di ucciderla nel bosco.

Tara protegge il segreto di Cyndie e del suo villaggio, dicendo a Rosita di non aver trovato nessun’arma e di non aver incontrato nessuno.

Tara ha giurato, e non può tradire la propria parole. Non può tradire la persona che le ha salvato la vita.

Nel mondo dominato da Negan, pur circondati da morte e paura, si può ancora scegliere.

Gli zombie sul ponte in cui Tara e Heath si sono separati

E all’improvviso, la funzione di questo episodio appare evidente: preparare il terreno alle scelte che seguiranno.

Le scelte di Rick, di Carl, di Michonne.

Scelte, possibilità, alternative. 

Modi diversi d’interpretare una realtà che sembra destinata a un’unica via.

Sembra. Perché, in fondo, si può ancora scegliere

Nel prossimo episodio di The Walking Dead...

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.