FoxLife

Emily Ratajkowski contro il libro con le foto di lei nuda: "Non è autorizzato"

di -

Emily Ratajkowski ha dichiarato che il libro di Jonathan Leder con le foto di lei nuda è una "violazione". Il fotografo ha usato le immagini senza il suo permesso.

Emily Ratajkowski a un evento ufficiale

54 condivisioni 0 commenti 4 stelle

Share

Emily Ratajkowski non ha problemi a spogliarsi e a mostrare il proprio corpo, ma su un punto è sempre stata chiara: è lei a decidere come, dove e quando. Così, dopo che il fotografo Jonathan Leder ha annunciato l'uscita di un libro che contiene foto di lei nuda, diffondendo alcuni scatti in anteprima, ha impugnato carta e penna del terzo millennio (ovvero, Twitter) e ha dichiarato di non avere mai autorizzato l'uomo ad utilizzarle:

Volevo evitare di commentare pubblicamente le immagini rilasciate da Jonathan Leder per non fargli pubblicità, ma ne ho abbastanza. Il libro e le foto al suo interno sono una violazione.

Come riporta People, il servizio è stato realizzato nel 2012 presso la residenza Cape House di Woodstock, nello stato di New York, prima che Emily diventasse famosa partecipando al controverso video Blurred Lines di Robin Thicke. Le foto sono state scattate con una Polaroid e, secondo quanto scrive The Wrap, erano destinate a uno specifico progetto editoriale.

Anche la protagonista di L'Amore Bugiardo - Gone Girl ha confermato su Twitter che si tratta di immagini di un vecchio lavoro (e infatti è possibile vederle sul suo sito), ma questo non ha impedito a Leder di riutilizzarle per il proprio libro.

Editing Polaroids for the upcoming Polaroid show at the @castorgallery Chelsea. Opens Feb 9, 2017 .

A photo posted by Jonathan Leder (@jonathan_leder) on

L'aspetto grave della vicenda, però, non è che l'uomo abbia deciso di ripubblicarle, quanto di farlo senza chiedere il permesso a Emily. Cosa che ha provocato la veemente reazione di quest'ultima.

Per la modella e attrice spogliarsi è un modo per affermare la libertà di essere sé stessail fatto che il fotografo abbia utilizzato a suo piacimento delle immagini di lei senza veli è stato un vero e proprio abuso:

Queste foto usate senza la mia autorizzazione rappresentano l'esatto contrario di ciò per cui io mi batto, ovvero che devono essere le donne a scegliere come e quando condividere la propria sessualità e il proprio corpo. 

Per il momento, Leder non ha replicato alle accuse e, anzi, sul sito di Imperial Publishing, la casa editrice del suo libro, è possibile leggere una dichiarazione dell'uomo che stona decisamente con il fastidio espresso dalla modella:

[Emily, n.d.r.] era - come posso dire - molto a suo agio con il proprio corpo. E a mio avviso, realizzare il servizio è stato divertente.

Parole che (purtroppo) non fanno che confermare quanto sia necessaria e importante la battaglia di Emily.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.