FOX

Final Fantasy XV, ecco come è cambiato dal 2006 ad oggi

di -

Ci sono voluti 10 anni per mettere le mani su Final Fantasy XV. Il lungo sviluppo del titolo è stato segnato da tantissimi cambiamenti, condensati in un unico video.

Shiva è pronta all'attacco in Final Fantasy XV

39 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Lo abbiamo atteso 10 lunghissimi anni, ed ora Final Fantasy XV è finalmente tra le nostre mani - e nel lettore Blu-ray delle nostre console!

Dallo scorso 29 novembre l'ultima avventura ruolistica targata Square Enix è infatti disponibile su PS4 e Xbox One, capace di catturare ancora una volta i vecchi fan dello storico franchise, così come nuovi appassionati, che si sono avvicinati per la prima volta all'universo del Chocobo. 

E se è vero che con la 15esima "Fantasia Finale" la compagnia giapponese ha fatto centro, il titolo ha comunque subito innumerevoli cambiamenti da quanto venne annunciato per la prima volta nel lontano 2006. Cambiamenti che i colleghi del portale Digital Foundry hanno condensato in un unico video, visibile proprio qui sotto:

Durante la sua lunga e travagliata gestazione, Final Fantasy XV ha cambiato nome (prima era conosciuto come Final Fantasy Versus XIII) e molte delle sue caratteristiche. Alcuni personaggi e l'abilità del teletrasporto di Noctis sono rimasti invariati, ma è evidente che gran parte delle ambientazioni e del setting originario sia stato distorto, tagliato e reinterpretato nel corso di questa decade, così come è stata eliminata la possibilità di controllare altri membri del party all'infuori del principe protagonista. 

Digital Foundry è poi passata ad analizzare l'aspetto tecnico del gioco. I cambiamenti si notato già dalla demo "Episode Duscae" rilasciata nel 2015. Nello specifico, è stato migliorato il sistema di illuminazione, così come l'effetto pop-in, presente ad impatto ridotto nel prodotto finale, mentre è stata aumentata la quantità di vegetazione a schermo.

La versione di prova di Final Fantasy XV presentava però texture e effetti dell'acqua più brillanti e definiti, ridotti per migliorare il frame rate e la risoluzione, soprattutto della versione Xbox One.

Insomma, ci troviamo di fronte ad una storia lunga 10 anni, che non ha fortunatamente deluso i gamer. Voi vi siete già lanciati nel cuore della guerra tra il Regno di Lucis e l'Impero di Niflheim?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.