FOX

I videogame più brutti del 2016: vince Ghostbusters

Un altro premio negativo per il franchise degli Acchiappafantasmi.

82 condivisioni 0 commenti 1 stella

Share

Il 2016 ha visto l'annuncio di videogiochi davvero incredibili, per realismo, cura dei dettagli e per le ore di divertimento che garantiscono ai gamer. Se titoli del calibro di Dishonored 2, Final Fantasy XV o Overwatch hanno catalizzato l'attenzione del mondo videoludico, altri giochi hanno attirato solo... recensioni negative.

A stilare la classifica dei videogame più brutti dell'anno ci ha pensato il sito Metacritic, che si occupa di raccogliere tutte le review dei siti di settore e stila una media ponderata di ogni giudizio.
Bene, ecco la classifica.

1 - Ghostbusters

Il gioco ha avuto una sorte persino peggiore del film - che già di suo non ha avuto vita facile

Le recensioni lo classifico come una perdita di tempo senza alcun senso dell'humor, ingrediente questo che il film di Paul Feig almeno presentava in grande quantità nelle sue circa due ore.
Nel videogame non ci sono nemmeno i personaggi del film e la media degli utenti è impietosa: 0,6.

2 - Dino Dini's Kick Off Revival

La nuova versione di quello che fu un gioco storico di simulazione calcistica non ha convinto nessuno: i cambiamenti sono stati pochissimi, i bug sono ovunque e il risultato si discosta di poco dall'illustre predecessore degli anni '80.
Non c'è posto per Kick Off nel mondo moderno, pare.

3 - Soda Drinker Pro

Ok, questo è veramente un videogioco assurdo. Si tratta di un simulatore di bibite da bere.
È davvero difficile da spiegare, ci scusiamo.

Ad ogni modo Soda Drinker Pro per Xbox One è un port da PC che, sebbene nato come gioco, i recensori hanno giustamente stroncato: non vale i 10 dollari che costa.
Il trailer parla da solo:

4 - Weeping Doll

È uno dei giochi più economici per PlayStation VR e ci sarà un motivo. Dovrebbe essere un horror-puzzle game ma i recensori hanno evidenziato la mancanza di elementi spaventosi e la fine troppo repentina.

Titolo del gioco Weeping Doll

5 - Langrisser Re:Incarnation - TENSEI -

L'ultimo capitolo del franchise tattico-RPG per 3DS è pessimo sotto tutti i punti di vista: a livello grafico, di storia e di giocabilità.
Insomma, non compratelo.

6 - 7 Days to Die

È uno dei giochi col punteggio più basso mai rilasciati da Telltale Games (anche se l'hanno solo distribuito e non sviluppato). Questo survival-horror a tema zombie non ha sopportato la transizione da PC a console.
La grafica pessima è solo uno dei suoi molteplici problemi.

7 - Umbrella Corps

Capcom ha lanciato un gioco a tema Resident Evil che qualcuno ha notato. Che strano!

Ecco il problema è che questo shooter di strategia ha conquistato il punteggio più basso in tutti i 20 anni di storia del franchise. Un bel record, no?

8 - Alekhine's Gun

Terzo capitolo di una serie spy-stealth ambientata nella Guerra Fredda, Alekhine's Gun ha abbassato di molto l'asticella.
I critici l'hanno liquidato come una versione scadente di Hitman.

9 - Coffin Dodgers

Questo racing games funziona così: gli inquilini di una casa di riposo sfrecciano sui loro scooter per sfuggire alla Morte. 
C'è un certo senso dello humor, apprezzabile, mentre il gameplay decisamente non lo è.

10 - Ace Banana

No, non ha nulla a che vedere con Ace Attorney, purtroppo. Sarebbe stato molto meglio.

Questo "gioco" per PlayStation VR è uno dei peggiori titoli mai lanciati per il visore di Sony.
Detto tutto.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.