FOX

Joel non è morto in The Last of Us 2, ecco perché

di -

Continuano le teorie sulla narrazione di The Last of Us Part II. Secondo uno youtuber, Joel sarebbe ancora vivo per combattere ancora una volta al fianco di Ellie.

647 condivisioni 0 commenti

Condividi

Lo abbiamo atteso per tre lunghissimi anni, ed ora il sequel di The Last of Us è finalmente reale. 

Annunciato nel corso della recente PlayStation Experience 2016 nel cuore di Los Angeles, The Last of Us Part II rimette in gioco il dinamico duo composto da Joel ed Ellie sulle nostre PlayStation 4.

E se è vero che l'uscita del titolo in esclusiva per la console di ultima generazione a marchio Sony è ancora piuttosto lontana - e avvolta nel mistero -, le teorie sulla sua narrazione continuano a fioccare in rete. 

Secondo molti fan, la storia del gioco Naughty Dog - su cui è al lavoro anche una sceneggiatrice della serie TV Westworld - vedrà una cresciuta Ellie assetata di vendetta per la morte del suo celebre compagno. Nonostante Joel appaia nel primo trailer del videogioco, l'uomo sembra più un fantasma che una persona reale, del tutto indifferente alle ferite della ragazza e al massacro perpetrato nell'abitazione in cui è ambientata la sequenza. 

Eppure esistono anche voci fuori dal coro, come quella di YongYea. Lo youtuber ha infatti confezionato un video in cui sottolinea come il team di sviluppo non potrebbe mai decidere di uccidere uno dei suoi personaggi più amati, riproponendolo come mera allucinazione di Ellie. 

Le argomentazioni a favore della sua tesi si fondano sulle stesse dichiarazioni di Neil Druckmann, per cui "senza Joel ed Ellie non esisterebbe The Last of Us".

The Last of Us Part II in uscita su PS4HDNaughty Dog
Joel è vivo solo nella mente di Ellie?

Naughty Dog ha sempre centellinato le "morti" nei suoi giochi, e non è dunque credibile che ora voglia mettere in scena quella dell'antieroe nelle vicende di The Last of Us Part II.

Voi cosa ne pensate, Joel sarà davvero un delirio mentale di Ellie, oppure è vivo e pronto a spalleggiarla ancora una volta?  

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.