FoxLife

Emma Stone dice la sua sul sessismo a Hollywood

di -

Senza peli sulla lingua, Emma Stone ha dichiarato di essere stata molto spesso "derubata" di alcune battute dai suoi colleghi maschi. Non è un'ingiustizia?

Primo piano di Emma Stone

0 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Emma Stone è sicuramente una delle attrici più promettenti di Hollywood, nonchè una delle più brillanti interpreti che il cinema abbia consacrato in questi ultimi anni.

Attualmente impegnata nella promozione di La La Land al fianco di Ryan Gosling - nelle sale statunitensi dallo scorso 2 dicembre e in quelle italiane dal prossimo 26 gennaio - Emma sembra avere davanti a sè una brillante carriera, ma c'è qualcosa dell'ambiente cinematografico che proprio non le va giù.

L'attrice, durante un'intervista rilasciata a Rolling Stone, ha scoperchiato per l'ennesima volta il vaso di Pandora, denunciando la presenza di atteggiamenti sessisti sul set.

Con estrema leggerezza - ma sicuramente risentita dell'accaduto - la Stone ha sostenuto di essere stata accusata di frequente di intralciare le riprese di alcuni film a cui ha preso parte per la sua abitudine di suggerire battute e proporre modifiche al copione.

Nulla di strano, se non fosse che quelle stesse battute bocciate all'attrice sarebbero state poi affidate ai suoi colleghi di sesso maschile.

Ci sono state delle volte in passato, nel lavorare ad alcuni film, in cui mi è stato detto di essere d'ostacolo per il fatto che proponessi un mio parere o una mia idea. Spesso ho esitato a dire la mia, proprio perchè sono una donna, ma ci sono stati momenti in cui ho osato e ho improvvisato. In quei casi è capitato che le mie battute fossero derise e poi date al mio coprotagonista!

Ryan Gosling e Emma Stone insieme per la promozione di La La LandHDGetty

Non è la prima volta che si parla di discriminazione sessuale a Hollywood.

Qualche mese fa, ad esempio, tutti i riflettori sono stati puntati su Robin Wright. L'attrice di House of Cards ha chiesto alla produzione della serie di essere pagata quanto il suo collega Kevin Spacey e - fortunatamente! - è riuscita nel suo intento.

Robin Wright con il collega Kevin SpaceyHDGetty

Recentemente, anche Rose McGowan ha detto la sua al riguardo. L'attrice ha sostenuto di essere stata violentata da un potente di Hollywood e di essere stata distolta dall'idea di denunciare l'accaduto da alcuni noti personaggi dell'ambiente cinematografico. "Sei una donna e lui è un uomo importante a Hollywood, non ti crederanno mai", le avrebbero detto.

L'attrice Rose McGowanHDGetty

Di certo c'è che le nuove leve femminili - Emma Stone in primis - possono davvero fare la differenza in questa situazione stagnante di cui si dibatte da troppo tempo!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.