FOX  

The Strain, terza stagione. Recensione episodio 6: La Battaglia di Central Park

di -

Nel sesto episodio della terza stagione Vasily Fet e i suoi alleati combatteranno gli strigoi nella sanguinosa e disperata battaglia per la conquista di Central Park.

Gus combatte gli strigoi nei tunnel sotto Central Park

51 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Venerdì 23 dicembre FOX ha trasmesso in Prima visione assoluta il sesto episodio della terza stagione di The Strain: Guillermo Del Toro e Chuck Hogan hanno deciso di farci un bel regalo di Natale con una puntata ad alto contenuto di adrenalina.

Alcune delle trame aperte negli scorsi episodi hanno trovato una loro naturale conclusione a partire dal personaggio di Kate Rogers (America Olivo), visto nella seconda puntata, che come avevamo predetto si è ripresentato ritagliandosi decisamente più spazio.

Vasily Fet e Justine Feraldo sono interpretati da Kevin Durand e Samantha MathisHDthe-strain.wikia.com

É proprio Kate Rogers, capitano del NYPD, ad accompagnare Vasily Fet (Kevin Durand) nella sua missione di sterminio. Obiettivo del cacciatore di vampiri è infatti il nido scoperto nel precedente episodio, rifugio che si trova sotto Central Park e che ospita migliaia di strigoi.

Sotto il determinato comando di Justine Feraldo (Samantha Mathis) inizia perciò l'offensiva dagli esseri umani contro i vampiri per portare a compimento un piano il cui scopo ultimo è la riconquista di Central Park.

Buona parte dell'episodio è dedicato proprio a questo: regista e sceneggiatori confezionano lunghe sequenze che ammiccano ad Aliens: Scontro Finale (1986), precipitandoci in un claustrofobico dedalo di cunicoli infestati da vampiri. É in questi tunnel che Fet e Kate ritrovano finalmente Gus (Miguel Gomez) e Angel (Joaquìn Cosio), riunendo due personaggi che da troppe puntate non incrociavano i rispettivi filoni narrativi.

Centra Park invaso dagli striogiHDthe-strain.wikia.com

Perciò dopo diverse puntate nelle quali la presenza degli strigoi era stata piuttosto marginale rispetto alle azioni dei buoni, ne La Battaglia di Central Park il Padrone rivela finalmente i suoi piani dimostrando che la sua saggezza millenaria non è un avversario da sottovalutare: sacrificare molte centinaia di strigoi è una perdita accettabile se la posta in palio sono le forze della Feraldo.

Sono Ephraim Goodweather (Corey Stoll) e una Dutch Velders (Ruta Gedmintas) gelosa di Kate a scoprire che il covo di strigoi non è altro che uno specchietto per allodole, una trappola concepita ad arte dal Padrone per attirare le forze della Feraldo allo scoperto. Ma purtroppo, lo scopriranno troppo tardi dopo aver visto fallire l'ennesimo tentativo di interpretare il linguaggio dei vampiri.

Corey Stoll e Ruta Gedmintas interpretano Eph Goodweather e Dutch VeldersHDflickeringmyth.com

A Eph resta la consolazione di sapere il figlio Zach (Max Charles) ancora vivo e non trasformato (oltre che in compagnia di un piccolo amico vampiro), e il piacere di veder mozzata una mano a Thomas Eichhorst (Richard Sammel) per mano di un vendicativa Dutch. Ma anche questa soddisfazione è ben poca cosa.

Perché? Perché nonostante l'apparente vittoria conseguita dal mezzosangue Quinlan (Rupert Penry-Jones) nel terzo episodio il Padrone e le sue forze sono ben oltre la portata della Feraldo, della polizia di New York o di qualunque altro paladino del genere umano.

Scienza, tecnologia (l'arma a microonde dello scorso episodio è meno efficace di una pistola ad acqua), gli Antichi e anche il misticismo dell'Occido Lumen non sono in grado di fermare il Padrone. L'esercito di strigoi che invade Central Park e che conclude questo sesto episodio sembra allontanare qualsiasi speranza, oltre che offrire un suggestivo omaggio a George Romero e alle sue inarrestabili orde di non morti.

Richard Sammel interpreta lo strigoi Thomas EichhorstHDfoxforcefivenews.com

Servono nuovi alleati, ma dove trovarli?

Qualche risposta a questa domanda potrebbe darcela il prossimo episodio di The Strain che andrà in onda il Prima visione assoluta su FOX il 30 dicembre e si intitolerà La Scatola Nera. Perché potrebbe darci qualche indizio? Perché il titolo inglese della puntata è Collaborators (collaboratori): nuovi compagni di lotta per Eph, Setrakian (David Bradley) e compagni?

Lo scopriremo il 30 dicembre!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.