FoxLife

Wild Oast, la recensione: come una svista può cambiare la vita

di -

Una vedova si trova improvvisamente ad essere una milionaria. Pur sapendo che c'è un errore di zeri in più nella somma a lei versata, decide di cogliere l'attimo.

Particolare della locandina di Wild Oast

5 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Eva Miller (Shirley MacLaine) è un'insegnante ormai in pensione. Ha una vita normale, tranquilla e senza grandi pretese. Dopo qualche giorno dopo la morte del marito le arriva un assegno da parte della previdenza sociale e fino a qui nulla di strano. 

Ma quando Eva apre la busta contenente l'assegno nota subito l'errore commesso: invece di 900 dollari le sono stati dati 900mila dollari. Immediatamente le si presentano davanti le due possibilità a cui penserebbe ognuno: fare finta di niente e incassare con nonchalance il malloppo o chiamare chi di dovere e comunicare l'errore.

Fantasticare in fondo non costa nulla e quando Eva pensa a cosa potrebbe fare con quei soldi, in quel preciso istante, le si apre un mondo che fino ad allora non aveva neanche mai immaginato di poter fare: viaggi, abiti extra lusso e tanto altro.

All'improvviso il tempo tra pura immaginazione e concreta realtà si fondono, divenendo un'unica cosa. Eva, senza neanche avere il tempo per rendersi realmente conto di ciò che le è appena accaduto, si ritrova su un aereo insieme alla nipote Maddie (Jessica Lange) per vivere un'esperienza nuova, in un luogo paradisiaco e all'insegna del lusso sfrenato.

Eva si ritrova a passare da una vita tranquilla da pensionata ad essere una ricercata per non aver consegnato l'assegno incassato.  Ma la donna sembra non preoccuparsi delle conseguenze di questa sua scelta impulsiva e decide di cogliere l'attimo, godersi la vita e non pensare al domani. 

Jessica Lange, Billy Connolly e Shirley MacLaine durante una cena del film

Durante questa vacanza fantastica le due donne assaporano anche il gusto ed il divertimento della conquista.

Eva e Maddie sono ancora delle donne avvenenti. Maddie inoltre sta attraversando un brutto periodo: è stata piantata in asso dal marito che ha preferito la sua giovane segretaria 25enne, mandando all'aria il loro matrimonio.

Questa vacanza quindi per lei diventa l'occasione giusta per potersi riscattare, trovandosi un toy boy che sia in grado di rendere questa pena d'amore meno straziante di ciò che è.

Intanto anche Eva rimane affascinata da un elegante e altolocato uomo che riesce a rubarle il cuore.

Ma è realmente oro tutto ciò che luccica? Questo lo si potrà scoprire solo guardando Wild Oast.

Per avere almeno un'idea del lungometraggio, ecco il trailer del film.

Eva però partendo per la sua meravigliosa vacanza non ha avvisato la figlia Crystal (Demi Moore), che si ritrova un bel giorno alla porta l'investigatore che sta seguendo il caso della fraudolenta madre. Come la prenderà?

Wild Oats è una commedia divertente, ironica. È un lavoro pieno di colpi di scena, di imprevisti e di peripezie. 

Andy Tennant riesce ad equilibrare molto bene i classici elementi della commedia e dell'assurdo, assemblandoli sapientemente in uno scenario dai tratti quasi quotidiani.

Il regista riesce a mantenere alta l'attenzione dello spettatore perché ci si aspetta sempre che possa succedere qualcosa. Il merito di ciò è racchiuso in Eva che è un mix tra il personaggio classico da commedia americana e quello impacciato che appartiene un po' a tutti noi esseri umani.

Le protagoniste della commedia di HDCopyright
Il poster originale di Wild Oats

Wild Oast è un film che non ha messaggi nascosti al suo interno, gioca un po' con i classici fili che caratterizzano per antonomasia questo genere cinematografico. Ma alla fine della pellicola gli angoli della bocca restano sempre rivolti all'insù per la leggerezza di cui è composta l'intera pellicola.

Il film è stato proiettato nella sale USA lo scorso 16 settembre mentre in Italia la data non è ancora stata definita.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.