FOX

Pokémon Sole e Luna, ecco perché rappresentano l’esperienza definitiva per i fan della saga

di -

Con Pokémon Sole e Luna Nintendo e Game Freak hanno infuso nuova vita alla longeva saga dei mostriciattoli tascabili, regalando ai fan un'avventura a dir poco rivoluzionaria.

I due Pokémon leggendari di Sole e Luna

1 condivisione 0 commenti 5 stelle

Share

Sono ormai passati vent'anni da quando, nell'ormai lontano 1996, i Pokémon esordirono sugli schermi in bianco e nero del Game Boy, trasformandosi in breve tempo in uno dei fenomeni videoludici più importanti dell'intera storia dei videogiochi.

Per celebrare questa significativa ricorrenza, sul finire del mese scorso sono usciti per console Nintendo 3DS Pokémon Sole e Luna, due capitoli che in qualche qualche modo segnano un nuovo punto di partenza per la longeva saga dedicata ai mostriciattoli tascabili di Game Freak.

Molte sono infatti le novità introdotte in questi due titoli, elementi che non stravolgono l'ormai consolidato canovaccio della serie ma che ne migliorano l'esperienza di gioco, riuscendo ai fan un'avventura a dir poco rivoluzionaria.

Grazie a Nintendo, noi di MondoFox abbiamo testato in prima persona questi due nuovi titoli, finendo la storia principale e provando in lungo e largo le numerose modalità online. Eccovi quindi cinque buoni motivi per cui non dovete assolutamente perdervi Pokémon Sole e Luna!

1 - Un'esperienza di gioco tutta nuova

Pokémon Sole e Luna sono ambientati nella calda e verdeggiante regione di Alola, uno scenario alquanto diverso da quelli visti nei precedenti titoli della saga, in grado di variare l'ormai collaudato canovaccio della serie.

Durante l'avventura non siamo infatti più chiamati a sconfiggere i capi palestra delle varie città per ottenere le agognate medaglie necessarie ad affrontare le Lega Pokémon ma dobbiamo compiere il Giro delle Isole, un vero e proprio viaggio di formazione che ci porterà a comprendere usi e costumi dell'arcipelago e a rapportarsi in modo corretto con le proprie creature.

In sostituzione alle palestre sono state inserite delle Prove, missioni di diverso tipo - si va dall'esplorazione di alcuni luoghi fino alla memorizzazione di alcune coreografie - che i Capitani e Kahuna della regione di Alola ci sottoporranno per ricevere i preziosi Cristalli Z e progredire nella storia.

2- Mosse Z e Forme Alola

Come abbiamo detto, in Pokémon Sole e Luna sono state eliminate le medaglie, in qualche modo sostituite dai Cristalli Z.

Al contrario delle prime, puramente sceniche, questi particolari strumenti permettono alle varie creature di sfoggiare le nuovissime Mosse Z, potentissimi attacchi utilizzabili soltanto una volta a incontro.

Nonostante la maggior parte dei Cristalli Z sia destinata un diverso tipo di Pokémon, alcuni di essi sono pensati appositamente per un particolare mostriciattolo, come i tre starter iniziali o il celebre Pikachu.

L'altra grande novità introdotta in Sole e Luna sono le forme Alola, forme alternative di alcuni Pokémon appartenenti alla prima generazione che si differenziano da quest'ultimi tanto per l'aspetto quanto per il tipo.

Tra le più apprezzate spiccano sicuramente le forme Alola di Vulpix e Sandshrew, passati dall'essere di tipo Terra e Fuoco all'appartenere all'apprezzata famiglia dei Pokémon Ghiaccio.

3 - Caccia alle Ultracreature

Dopo aver portato a termine la storia principale di Sole e Luna, il gioco ci propone una serie di trame secondarie, che vanno dall'affrontare una serie di scontri all'Albero Lotta alla cattura di numerosi Pokémon unici, come le divinità protettrici delle quattro isole che compongono Alola.

La missione più interessante è però quella che ci ci porta a dare la caccia alle Ultracreature, misteriosi esseri provenienti da un'altra dimensione che si pensa possano rappresentare una grande minaccia per il mondo.

Paragonabili a dei Pokémon leggendari, queste entità dai poteri straordinari appariranno in zone specifiche e non si faranno catturare tanto facilmente, tanto che per loro sono state create delle particolare pokéball, le UC Ball.

4 - Un online funzionale e divertente

Da elemento accessorio quale era stato nei precedenti capitoli della serie, in Pokémon Sole e Luna l'online diventa parte integrante dell'esperienza di gioco grazie all'introduzione del Festiplaza, un luogo popolato da giocatori provenienti da ogni parte del mondo.

Oltre a prendere parte ad alcuni simpatici minigiochi collettivi, i cui premi servono a ingrandire e migliorare le varie botteghe presenti nella nostra piazza virtuale, potremo sfidare quest'ultimi a lotte di vario tipo o scambiare con loro i Pokémon della nostra scuderia.

Per quanto distaccato dalla storia principale, il comparto online appare estremamente immediato e funzionale, stabile a livello di connessioni e soprattutto utile per completare tutte le quest secondarie del gioco, come a esempio completare l'enorme Pokédex.

5 - Un gioco tecnicamente magnifico

Oltre che per la trama fresca e innovativa, Pokémon Sole e Luna si lascia apprezzare anche per l'ottimo lavoro svolto a livello di direzione artistica, che questa volta ci propone un gioco curato nei minimi dettagli.

Sia il comparto video che quello audio sono infatti stati notevolmente migliorati rispetto alla precedente generazione, con tinte e melodie in grado di rendere unica ogni località della regione di Alola.

Nel complesso, anche il design delle nuove creature appare più ispirato rispetto a quanto visto negli scorsi anni, più vicino a quello dei Pokémon delle origini piuttosto che a quelli dei precedenti capitoli.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.