FoxLife

La La Land: i segreti del guardaroba di Emma Stone svelati dalla costumista

di -

Il delizioso guardaroba di Emma Stone in La La Land è già iconico. La costumista Mary Zophres ha svelato che nulla è stato lasciato al caso nella scelta dei look.

I vestiti di Emma Stone in La La Land

22 condivisioni 0 commenti 4 stelle

Share

Gli abitini verde speranza, giallo canarino o blu oltremare che vedremo indossati da Emma Stone in La La Land non sono stati scelti casualmente in una boutique qualunque di Rodeo Drive.

Gli outfit che costituiscono il delizioso e indimenticabile guardaroba di Mia, l'aspirante attrice protagonista di La La Land, sono il frutto di un lavoro di ricerca complesso e faticoso, che la costumista Mary Zophres ha spiegato durante diverse interviste.

Il film uscirà nelle sale italiane il 26 gennaio 2017 e la critica lo ha già definito il film dell'anno. La La Land, musical di Damien Chazelle, ha già fatto incetta di nomination ai Golden Globe (ne ha conquistate ben 8) ed è uno dei favoriti alla corsa agli Oscar.

Nei brevi spezzoni che abbiamo visto dal trailer o dagli spot in anteprima, il look principale che ci ha permesso di identificare già iconograficamente il personaggio di Emma Stone è un vestito giallo e leggero, con qualche sottile decorazione floreale disegnata in blu, le maniche corte appena accennate e il taglio della gonna a trapezio.

È l'abito che l'attrice indossa anche nella locandina del film, mentre è impegnata in un ballo con il partner Ryan Gosling, che a sua volta interpreta il pianista jazz Sebastian. La scelta di quell'abito e la sua origine sono curiose: l'ispirazione è stata data alla costumista proprio da un look della stessa Emma Stone, sfoggiato sul red carpet del film The Amazing Spider-Man per la première londinese del 2014.

L'abito indossato da Emma Stone alla prima londinese di The Amazing Spider-manHDGlamour
L'ispirazione è la stessa Emma Stone

L'iconico abito era firmato Versace e aveva consegnato al pubblico un'Emma Stone favolosa, fasciata in un look brillante che metteva in risalto la chioma ramata e i grandi occhi chiari. Proprio da questa istantanea la costumista Mary Zophres ha ricavato il costume principale per la stessa attrice nei panni di Mia, bartender e aspirante attrice nella difficoltosa giungla di Hollywood.

Ma la "vita vera" di Emma Stone non è l'unica influenza nel patinato guardaroba dell'ambiziosa Mia. Come ha spiegato la costumista Zophres a CNN alla première losangelina di La La Land, la costruzione degli outfit della protagonista deriva da uno studio profondo del personaggio e da un appassionato omaggio alla Hollywood classica.

L'abito giallo di Emma Stone in La La LandPopsugar
La rivisitazione dell'abito giallo in La La Land

Come riporta Fashonista, la Zophres si è ispirata al cinema di Jacques Demy, in particolare a Lola (1961) e Josephine (1967). Il cinema di Demy aveva la particolarità di armonizzare maniacalmente i costumi con i colori e le forme del set circostante. L'insistenza sull'uso dei colori primari, che vedremo nel film, è un omaggio alla vecchia Hollywood del primo Technicolor. La Zophres ha spiegato che nessun colore è stato scelto in modo casuale.

Si spera che l’uso del colore evochi una serie di emozioni che giacciono negli strati di inconscio e subconscio.

Oltre a Demy, la costumista si è ispirata alle edizione di Vogue degli anni '60, che riportavano gli abbinamenti imitatissimi delle dive, da Grace Kelly a Katharine Hepburn, attrici rivoluzionarie, controcorrente, vere e proprie icone di stile.

I costumi eleganti di La La LandHDPlaylist
Le scelte citazioniste e bon-ton dei costumi

Il film parla di una storia d'amore controversa, immersa nel sogno hollywoodiano ma ostacolata dalle ambizioni stesse che l'ambiente fabbrica, distruggendo tutto ciò che c'è intorno. La contestualizzazione, ha spiegato Mary Zophres, è un ambiente senza tempo e proprio per questo non così soggetto alle leggi della moda contemporanea.

Non volevo che il film si ancorasse troppo alla moda.

Gli spunti citazionisti per gli abiti di Mia sono infiniti: c'è un momento, nel film, in cui Mia lascia il frustrante lavoro da barista e si aggira tra i set hollywoodiani. In quel momento, la ragazza indossa un paio di pantaloni neri la cui scelta è stata tutt'altro che casuale.

Sono ispirati a Audrey Hepburn in Cenerentola a Parigi.

Il vestito verde smeraldo invece deriva dai look di Judy Garland in È nata una stella (1961).

L'abito verde di Emma Stone in La La LandGot Celeb
Uno degli abiti-citazione

A CNN la costumista ha spiegato di essersi approcciata al mondo del jazz e del cinema, e dei grandi musicisti e attori del passato, con estremo rispetto, lo stesso del protagonista. Per questo e per la dedizione che Sebastian ha per la musica, la scelta dei costumi è stata dettata dalle regole dell'eleganza e del bon-ton.

Il suo personaggio ha un tale rispetto per i musicisti del passato che la mia proposta a Damien è stata che non indossasse mai t-shirt e scarpe da tennis.

Il miscuglio di ispirazioni di Mary Zophres ha dato vita a un quadro stilistico perfetto e completamente accordato con il set, la storia, la profondità dei personaggi e la costruzione coreografica del musical.

Emma Stone in abito blu sul set di La La LandCelebmafia
L'abito blu oceano

Che ne pensate? Siete curiosi di scoprire il film e i suoi meravigliosi costumi?

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.