FOX

Intervista esclusiva a Will Smith: L'amore vince sempre su tutto

di -

Will Smith crede nell'amore che sconfigge il tempo e la morte. Qui ci parla della figlia, del valore che dà al proprio lavoro e di come ha detto addio a suo padre.

1k condivisioni 1 commento 5 stelle

Share

Lo aveva già dimostrato con La ricerca della felicità e Sette anime, i film in cui era stato diretto dal nostro Gabriele Muccino: Will Smith sa come farci piangere. Nel drammatico Collateral Beauty interpreta Howard, un uomo che affronta una crisi immensa nel momento in cui perde la figlia di sei anni a seguito di un incidente. L'incontro improvviso con tre sconosciuti, che si presentano a lui come la Morte (interpretata dal premio Oscar Helen Mirren), il Tempo (Jacob Latimore) e l'Amore (Keira Knightley), finirà per cambiare la sua percezione delle cose.

Dopo il cinecomic Suicide Squad, Will Smith mette dunque da parte i grandi blockbuster per raccontare una storia triste ed emozionante che vuole dirci come, persino nei momenti più difficili, ci sia spazio per la bellezza, l'amore e la speranza.

Questo film è arrivato in una fase delicata della mia vita, ossia quando a mio padre è stata diagnosticata una malattia che gli lasciava pochi mesi da vivere. Visto che io stavo lavorando al ruolo, ne abbiamo approfittato per parlare dei temi di questa storia. È stato un modo splendido di dirgli arrivederci.

L'amore, il tempo e la morte sono alla base di tutte le nostre scelte, come spiega il suo personaggio in una delle scene iniziali del film. E l'attore americano è completamente d'accordo con lui:

Il film si apre con una domanda: "Qual è il vostro perché?". Perché vi siete svegliati stamattina, perché indossate questi vestiti, perché fate tutte queste cose? Ad un certo punto il personaggio di Keira Knightley dice ad Howard: "L'Amore è il solo perché". È vero: l'amore è l'unica ragione dietro ogni cosa. Secondo me esso trionfa sempre sul tempo e sconfigge la morte.

A 48 anni, Will Smith è uno degli attori più potenti a Hollywood. E la sua fama stellare non gli dispiace affatto, come ha spiegato qualche tempo fa:

Amo essere famoso. Mi piace non poter camminare per strada senza essere riconosciuto. È più difficile per mia moglie e i miei figli, quello sì. C'è chi, al posto mio, potrebbe sentirsi a disagio, ma io invece mi sento al sicuro, perché vuol dire che ci sarà sempre qualcuno disposto ad aiutarmi, se ne avessi bisogno.

Collateral Beauty è nelle sale dal 4 gennaio, distribuito da Warner Bros. 

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.