FOX

Golden Globes 2017, ecco i 10 momenti da ricordare della premiazione

di -

Dal monologo iniziale di Jimmy Fallon al commosso, appassionato discorso di Meryl Streep, ecco i 10 momenti da ricordare di questa edizione dei Golden Globes.

I piccoli protagonisti di Stranger Things

77 condivisioni 5 commenti 5 stelle

Share

I Golden Globes 2017 hanno come sempre dettato una strada ben precisa per la stagione dei premi e per le imminenti nomination agli Oscar: La La Land si conferma essere il front runner di stagione, ma ha come temibile avversario quel Moonlight prodotto da Brad Pitt. Se la Hollywood Foreign Press Association ha stabilito i vincitori dell'annata 2017 (con davvero tante sorprese e colpi di scena), sono i social e gli spettatori a decretare in queste ore i passaggi più commuoventi della serata, quelli che rimarranno nella memoria collettiva. 

La serata è partita subito nel migliore dei modi, con una intro pre-registrata che è destinata ad avere le stesse fortune dell'ormai antologico spezzone di Daniel Craig / James Bond che accompagnava Elisabetta II alle Olimpiadi di Londra 2012. In un incredibile e stellare rifacimento di alcune delle sequenze più iconiche di La La Land, Jimmy Fallon, Tina Fey e Justin Timberlake mettono a segno un memorabile riassunto dell'annata cinematografico televisiva dell'anno appena conclusasi, con tanto di cammei di tanti illustri nominati e premiati. Il momento che ha infiammato i social però è stato ovviamente quel Barb is alive! Finalmente c'è stata un po' di giustizia per Barb, uno dei personaggi più amati di Stranger Things.

Aiutato da questa incredibile introduzione, Jimmy Fellon si è lanciato in un monologo introduttivo che ha finito prevedibilmente per tingersi di toni polemici e politici, con parecchie frecciatine dedicate al neo presidente Donald Trump.

Jimmy Fellon schernisce Trump ai Golden Globes 2017NBC
This is the Golden Globes...

Spoiler: non è che l'inizio, tanto che Trump stesso non ha fatto mancare qualche acido commento via Twitter. 

Se le battute e gli acceptance speech conquistano facilmente l'attenzione, talvolta i momenti più memorabili si consumano nelle retrovie. Il bacio tra Ryan Reynolds e Andrew Garfield per esempio è passato dapprima inosservato, dato che si è appena intravisto sullo sfondo, in platea, mentre tutti erano impegnati ad applaudire Ryan Gosling (che si preparava a fare un toccante acceptance speech, un romanticissimo tributo alla moglie Eva Mendes). Qualcuno in platea e a casa ha notato con grande sorpresa lo scambio, che è diventato virale in poche ore e continua a imperversare sulle bacheche di tutti social network.

Ryan Gosling e Andrew Garfield si baciano ai Golden GlobesNBC
Difficile notarlo durante la diretta no?

In pochi minuti è diventato il tormentone della serata, tanto che è stato mostrato durante le interviste a un'incredula vincitrice Emma Stone, che pensava si trattasse di uno scherzo. 

Emma Stone commenta il bacio tra Ryan Gosling e Andrew GarfieldNBC
Emma ha avuto la nostra stessa identica reazione!

È stata una serata in cui Hollywood, molto più che in passato, ha celebrato la sua diversità e il suo essere crogiuolo di etnie e nazionalità molto differenti. La vittoria di Atlanta (in arrivo su Fox il 19 gennaio 2017) e Black-ish è stata la rivalsa tanto attesa dagli afroamericani sul piccolo e grande schermo. Ci sono stati tanti discorsi sul tema del razzismo e della diversità ma quello che ci è piaciuto di più è stato quello dell'attrice Tracy Ellis Ross.

Tracy Ellis Ross vince un Golden GlobesNBC
Un passaggio del toccante discorso dell'attrice di Black-ish

Il momento clou della serata però è stato senza ombra di dubbio l'omaggio a Meryl Streep, che ha vinto il premio alla carriera. Difficile trovare qualcuno in platea o sul divano di casa senza i lucciconi dopo il toccante discorso introduttivo di Viola Davis (anche lei premiata), che ha più volte ribadito come Meryl Streep sia stata una grande fonte d'ispirazione per lei e per tutte le presenti. La vera sorpresa però è stata la perfetta imitazione della grande Meryl Streep in cui si è lanciata l'attrice di Le Regole del Delitto Perfetto:

La stessa Meryl Streep era già in lacrime ben prima di arrivare sul palco e pronunciare forse il più memorabile discorso della sua carriera. Questi sono i sei minuti e mezzo che vale davvero la pena di recuperare dell'intera serata.

Meryl Streep ha ottenuto una vera e propria standing ovation ricordando che Hollywood è composta principalmente da stranieri, gli stessi che Donald Trump ha più volte minacciato. Ha poi difeso anche la libertà di stampa e i giornalisti, un altro dei bersagli preferiti del nuovo presidente che non ha tardato ha replicare acidamente con un tweet, sostenendo che Meryl Streep sia un'attrice sopravvalutata. A giudicare dal trasporto in sala e sui social, è davvero l'unico a pensarla così. 

La frase più citata dell'intera serata è sempre opera di Meryl Streep che, ormai sopraffatta dall'emozione e dalle lacrime, ha ricordato un adagio che le diceva spesso Carrie Fisher, sua grande amica a cui i Golden Globes hanno dedicato un doveroso tributo

Meryl Streep ricorda Carrie FisherNBC
La frase più bella e potente dell'intera serata è un ricordo di Carrie Fisher

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.