FOX     

#BlueMonday: da Lost a The Walking Dead, i 5 momenti più tristi delle serie TV

di -

In onore del Blue Monday, abbiamo raccolto cinque dei momenti più deprimenti che abbiamo visto finora nelle serie TV.

Collage tra finale Lost, Blue Monday e morte di Brian

424 condivisioni 2 commenti 5 stelle

Share

#BlueMonday può essere tutti i giorni, se guardi con una certa regolarità le serie TV.

Se avete un piccolo schermo, sapete che i momenti drammatici, deprimenti o ad alto tasso di malinconia non mancano mai.

Negli anni i fedeli telespettatori delle storie seriali hanno assistito a momenti davvero "blue", come la morte di Brian ne I Griffin o quella di Beth in The Walking Dead. Per onorare questa giornata assolutamente triste e lacrimevole, abbiamo raccolto cinque dei momenti più deprimenti che abbiamo visto nelle serie TV.

Sarebbe impossibile segnalarli tutti: ne abbiamo selezionati cinque, di genere diverso, per commemorare in questo lunedì blu morti e separazioni (di finzione, certo, ma non per questo meno drammatiche).

Ecco i cinque momenti a prova di kleenex.

1- La morte di Brian (I Griffin)

La morte del cane Brian, emblematico animale antropomorfo de I Griffin, è stata letteralmente uno shock.

Vedere Brian colpito, devastato e ferito metterebbe alla prova anche il cuore più insensibile. E la morte del cane è stata funestamente casuale: Brian stava giocando in mezzo alla strada con Stewie quando un'auto l'ha travolto a tutta velocità.

Le ultime parole di Brian, steso e martoriato in ospedale, hanno provocato lacrime calde e sincere.

Brian investito da un'auto ne I GriffinHDFOX
Brian muore... ma non per sempre

Mi avete dato una vita meravigliosa, vi amo tutti.

Steve Callaghan aveva spiegato l'incidente a E!Online.

Tutti amiamo Brian e tutti amano gli animali domestici, ma può capitare che nella realtà un cane possa essere investito da un’auto.

Ma il trauma di aver perso Brian è stato davvero irrecuperabile, tanto che le petizioni sul web e l'hashtag #SaveBrian lo hanno fatto davvero tornare. In una sorta di Sliding Doors della serie, il cane viene salvato all'ultimo momento.

Seth MacFarlane, il creatore de I Griffin, ha in seguito spiegato che si trattava di una lezione per il pubblico.

Mai dare qualcuno per scontato perchè potrebbe andarsene in un attimo.

2- La morte di Beth (The Walking Dead)

I telespettatori di The Walking Dead sono abituati alle morti improvvise, violente e drammatiche.

Ma non erano pronti a quella di Beth Greene, l'eroina romantica della serie, che è stata uccisa nell'ottavo episodio della quinta stagione. La sua scomparsa ha generato incredulità, tristezza e proteste aggressive.

A fare rabbia, oltre che tristezza, è anche la fatalità della fine dell'eroina: dopo la prigionia, Beth viene rilasciata. Ma quando tenta di uccidere la propria carceriera Dawn con una forbice nascosta, quest'ultima le spara alla testa.

Lo showrunner Scott M. Gimple si era giustificato minimizzando l'accaduto.

Beth muore quando ormai è pronta ad affrontare il mondo. Le persone muoiono, fa parte dello show e del mondo in cui vivono i protagonisti.

3- Il finale di Lost (Lost)

Lost è stata una delle serie più amate di sempre.

Tra misteri, sospetti e mondi paralleli, ha accompagnato i visionari telespettatori per sei stagioni, terminate con un finale che ha deluso profondamente molti fan, mentre altri ne hanno apprezzato l'impronta filosofico-esistenzialista in stile "L'importante non è avere le risposte, ma porsi le domande".

Peccato che davvero, alle innumerevoli domande di chi seguiva la serie TV da anni, nessuno abbia risposto. Ma Lost ha scelto di spiegare "perché" e non "come": ha scelto la fede e non la scienza, a dispetto di come molti avevano sperato.

I personaggi di Lost immersi nel mare dell'isolaBuzzFeed
Quanto vi manca Lost?

Michael Emerson (l'interprete di Ben) aveva anticipato, prima che il doppio episodio finale andasse in onda, come aveva riportato Televisionando, che si sarebbe trattato di un finale lacrimevole.

Ma l'immagine dell'occhio di Jack Shepard che si chiude, perfettamente speculare all'inquadratura iniziale della serie, è stato un colpo a cui qualcuno non ha retto.

Per chi non si ricordasse questo tristissimo finale (triste soprattutto perché ha segnato la fine di un'epoca televisiva), ve lo riproponiamo insieme alla sequenza iniziale.

4- Carrie lasciata con un post-it (Sex and the City)

Qui non muore nessuno, ma i puristi del #BlueMonday sanno bene che lo spirito del lunedì triste è una malinconia diffusa e generalizzata. Quella che potrebbe spiegare molto bene Carrie Bradshaw, quando viene abbandonata non una ma mille volte da Mr. Big.

Eppure c'è un momento ancora più triste di quando Carrie viene lasciata vestita da parigina (e con le baguette nel sacchetto di carta) o quando scopre che l'uomo "allergico al matrimonio" si è sposato con un'altra pochi mesi dopo averla abbandonata.

Stiamo parlando proprio della scena di Sex and the City in cui Carrie viene abbandonata da Jack Berger con un post-it. Lo scrittore con i complessi di inferiorità si era presentato da lei, dopo un momento di crisi, per trascorrere la notte insieme.

Jack Berger, Carrie Bradshaw e il post-it in Sex and the CityEW
Lasciata con un post-it

Carrie ovviamente non aveva idea che quella sarebbe stata l'ultima notte con lui. Ecco perché, la mattina dopo, rimane scioccata quando trova un post-it d'addio.

Vi ricordate la scena?

Non immaginate nulla di più deprimente vero?

5- Somewhere Over the Rainbow e la fine del Dottor Greene (E.R. - Medici in prima linea)

Al dottor Mark Greene viene diagnosticato un tumore al cervello e, dopo il primo intervento, questo torna in una forma più aggressiva. Rinunciando alle inutili cure, il medico si trasferisce alle Hawaii in un luogo rilassante e spirituale per vivere i suoi ultimi giorni.

C'è un momento, davvero straziante, in cui l'uomo insegna alla figlia a guidare, anche se è decisamente troppo giovane. Scorrono le note di Somewhere Over the Rainbow suonata con l'ukulele ed è davvero impossibile non sprofondare in un pianto commosso.

Altrettanto triste è la lettera che Mark scrive ai colleghi del Pronto Soccorso prima di morire.

Cari soci in trincea, vi scrivo dalla spiaggia dove sto godendomi un tramonto mozzafiato. Elisabeth è qui accanto a me e sta bevendo un succo di frutta, ma io sono molto più attratto dal mio margarita. Solo le 5 e mezza. Rachel sta facendo sguazzare Ella in riva all’oceano, e tutte e due sono alla ricerca della conchiglia perfetta.

E voi? Quali sono i momenti più tristi delle serie TV che avete nel cuore?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.