FoxComedy

Mr. Church, la recensione: Eddie Murphy come non lo abbiamo mai visto

di -

Mr. Church è una pellicola ispirata ad una storia vera. Questo lavoro mostra un Eddie Murphy serio, talvolta burbero ma con un grande cuore. Ecco la nostra recensione.

Primo piano di Eddie Murphy

83 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Mr. Church (Eddie Murphy) è un cuoco, ama il suo lavoro e lo svolge con passione e dedizione. Un giorno viene assunto per diventare il cuoco personale di Marie (Natascha McElhone), una giovane madre single. Lei ha una figlia, Charlotte (Britt Robertson), che sta per lasciare sola a causa del cancro al seno che le è stato diagnosticato. Il suo tenore di vita è molto modesto, Marie non può permettersi di pagare un cuoco personale come Mr Church e non ha neanche mai pensato di farlo.

E allora di chi è stata l'idea?

Ad assumere Henry Church è stato l'ex amante di Marie, un uomo facoltoso e ricco che, conoscendo bene la situazione di salute della donna e le sue scarse finanze, ha deciso di pagare qualcuno che potesse prendersi cura di lei e della sua piccola.

Per 6 mesi (il tempo di vita che i medici hanno dato a Marie) Mr. Church si occuperà di preparare il pranzo, la cena, fare la spesa e gestire l'intero andamento economico della casa.

Una mattina Mr. Church si reca a casa delle donne che non sanno nulla del suo arrivo e decide di presentarsi nel modo migliore che conosce: cucinare la colazione per loro.

L'attore mentre cucina in una scena del film
 

Charlotte è la prima a scendere in cucina, svegliata dal buon profumo che proviene dalla cucina, la piccola interdetta nel vedere Mr. Church corre ad avvertire la mamma.

Marie cerca di spiegare alla figlia che quell'uomo e lì per aiutarle ma a Charlotte sembra proprio non piacere questa novità del cuoco personale.

Nonostante la resistenza di Charlotte, Marie decide di tenere ugualmente Mr Church perché viste le sue condizioni di salute ha bisogno di qualcuno che la aiuti in casa. 

Henry con il tempo riesce a guadagnarsi la fiducia della più piccola e diventa a tutti gli effetti un membro di quella casa ma fino ad un certo punto: giunta l'ora del post cena, l'uomo torna alla sua vita che non è quella in casa con loro.

Intanto i 6 mesi trascorrono in fretta e si tramutano in anni: Marie è viva e continua sempre a lottare con la sua malattia. Nonostante le sue precarie condizioni di salute, lei è contenta perché la vita le ha concesso il privilegio di poter vedere la sua bambina crescere e diventare una giovane donna.

Mr. Church, nonostante il suo tempo contrattuale sia giunto al termine, non riesce ad andare via e ad abbandonare le due donne al loro destino.

Natascha McElhone è una delle protagoniste del film Mr. Church

Charlotte è cresciuta ed è diventata una donna, è diligente a scuola e non ha grilli per la testa. Ha uno sguardo malinconico ed è un tipo taciturno perché vive male la malattia della madre.

Il punto di riferimento per Charlotte è Mr. Church, lui le ha insegnato l'importanza della cucina, la semplicità delle piccole cose, l'amore verso il prossimo, l'importanza della lettura e della musica jazz. Anche il suo essere silenziosa lo ha appreso da lui: Henry è di poche parole ma attraverso piccole attenzioni ed il suo essere sempre presente colma i vuoti lasciati aperti dai silenzi. Lui ha un cuore nobile, cristallino e sincero ma c'è un lato che Charlotte non conosce di lui.

Charlotte vorrebbe sapere di più su quell'uomo che l'ha vista crescere e che sa tutto di lei: una volta che Henry Church esce dalla loro casa dove andrà? Chi sono le persone che frequenta Mr. Church? È sposato? Ha figli? Tutte queste cose per Charlotte sono misteri perché appartengono alla privacy di Henry e lui non ha intenzione di condividerli con lei. 

L'attrice durante una scena del film

Marie all'improvviso muore e la famiglia allargata per forza di cose si disgrega. 

Charlotte lascia il piccolo paese in cui ha vissuto fino a quel momento per andare al College, in questo nuova avventura è sola e senza un punto di riferimento. Perdere la retta via è molto semplice ed il suo iter infatti cambia rotta: Charlotte in una delle tante serate goliardiche del College si ritrova a non essere più una semplice studentessa ma una mamma.

Da chi potrebbe andare per qualche giorno tranquilla se non da Mr Church? I due si ritrovano in un nuovo luogo, quello che lei per anni aveva tanto desiderato vedere: la casa di Henry ed i suoi spazi.

Come un padre Mr Church accoglie nella sua vita Charlotte, prendendosi cura di lei e della creatura che porta nel suo grembo. La curiosità di Charlotte però la conduce oltre quel limite invalicabile circoscritto alla privacy di Henry e qualcosa tra i due si rompe. Quel che succederà dopo lo si potrà scoprire solo guardando il film.

Mr. Church è un film di Copyright IMDb
Mr, Church il poster originale del film

Il lungometraggio di Bruce Beresford è un lavoro che gioca tutto sulla delicatezza dei sentimenti, sulla scoperta e sulla fiducia nei confronti del genere umano. Cerca di ricordarci le qualità umane che spesso dimentichiamo di avere e a cui oggi non facciamo più attenzione. Un piccolo gesto disinteressato se fatto con il cuore può essere più prezioso di qualsiasi ricchezza materiale esistente al mondo.

La vita nonostante il suo fluire indipendente viene sfiorata dai nostri comportamenti e dalle nostre azioni che in qualche modo ne posso cambiare il flusso. Mr. Church è un film che entra in punta di piedi sul cuore dello spettatore e lo lascia vibrare attraverso forti emozioni.

Eddie Murphy mostra un lato professionale che non avevamo mai avuto modo di cogliere negli altri suoi lavori e la sua interpretazione vi stupirà: ci sono scene che difficilmente si dimenticheranno per la loro umanità.

Per scoprire altro bisognerà attendere l'uscita del film nelle sale italiane che ancora non è stata definita. Mr. Church è stato proiettato il 22 aprile al Tribeca Film Festival.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.