FoxLife

Chrissy Teigen e John Legend vittime di un paparazzo razzista

di -

Incredula e comprensibilmente arrabbiata, Chrissy Teigen ha reso nota su Twitter la sua esperienza con un paparazzo che ha insultato lei e il marito John Legend.

Primo piano di John Legend e Chrissy Teigen

13 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Chrissy Teigen, ormai è risaputo, non le manda di certo a dire.

La modella - nonchè moglie del cantante John Legend e madre della piccola Luna - spesso si serve dei social per esprimere in modo diretto - e alle volte velenoso - le proprie opinioni. Qualche tempo fa, Chrissy ha addirittura reso privato il proprio account Twitter - sostenendo di non reggere più la pressione dei social media - per poi tornare più carica di prima con i suoi interventi.

Proprio in queste ore, la Teigen sta facendo di nuovo discutere, questa volta a causa di una faccenda davvero incresciosa che lei stessa ha voluto condividere con i suoi follower.

Stando a quanto riferito dalla moglie di John Legend, infatti, lei e il cantautore sarebbero stati oggetto di pesanti insulti razzisti da parte di un paparazzo.

Tutto sarebbe avvenuto in aeroporto. Dopo aver risposto gentilmente a qualche domanda generica sulla sua cucina - Chrissy ha scritto un libro di ricette - il paparazzo avrebbe cominciato a offendere la coppia.

"Se ci siamo evoluti dalle scimmie, come mai John Legend è ancora in giro?", avrebbe chiesto in modo provocatorio il paparazzo. La Teigen ha tenuto a precisare di aver avuto un atteggiamento molto gentile e disponibile, non facendo nulla che potesse in qualche modo alimentare un astio così grande.

Il paparazzo - di cui non si conosce ancora l'identità - si sarebbe poi lasciato andare a ingiurie contro gli ebrei.

Chrissy Teigen e John Legend aspettano con ansia che il video della loro intervista esca allo scoperto, in modo tale da riconoscere questo pessimo individuo. Inutile dirlo, i commenti solidali nei riguardi della coppia sono stati davvero tantissimi.

Un'immagine di Chrissy Teigen e John LegendHDGetty

Siamo con voi!

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.