FoxLife

Il diritto di contare: è disponibile il libro che ha ispirato il film

di -

È arrivato nelle librerie italiane per HarperCollins Il diritto di contare, il volume di Margot Lee Shetterly da cui è tratto l'omonimo film in uscita l'8 marzo.

Le tre protagoniste del film

45 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Tra le pellicole più attese di inizio 2017, Il diritto di contare è la storia mai raccontata delle matematiche afroamericane che, sfidando razzismo e sessismo, contribuirono ai successi del programma aerospaziale americano nel periodo della guerra fredda.

Una storia che, in attesa di poterla apprezzare sul grande schermo l'8 marzo, è possibile conoscere e approfondire grazie al libro di Margot Lee Shetterly, pubblicato in Italia da HarperCollins.

La copertina della versione italiana del libro Il diritto di contare

La trama

Per sopperire alla mancanza di personale maschile impiegato sul fronte, durante la Seconda Guerra Mondiale l'industria aeronautica americana decide di assumere un gruppo di matematiche afroamericane, inizialmente relegate a insegnare matematica nelle scuole pubbliche "per neri" del profondo Sud degli Stati Uniti.

Per Dorothy, Mary, Katherine e Christine questa chiamata rappresenta la possibilità di ottenere un lavoro all'altezza della loro preparazione, un'occasione talmente unica da spingerle ad abbandonare le proprie vite per trasferirsi a Hampton, in Virginia, ed entrare nell'affascinante mondo del Langley Memorial Aeronautical Laboratory.

Nonostante le numerose difficoltà derivate dalle leggi sulla segregazione razziale, il loro contributo diviene velocemente decisivo per battere l'Unione Sovietica nella corsa allo spazio, riportando una decisiva vittoria nella guerra fredda.

Taraji P. Henson in una scena tratta dal film Il diritto di contare© 20th Century FOX
Taraji P. Henson è la matematica afroamericana Katherine Johnson in una scena tratta dal film Il diritto di contare

L'autrice

Nata e cresciuta a Hampton, in Virginia, Margot Lee Shetterly è membro della Fondazione Alfred P. Sloan e per i suoi studi sul contributo delle donne alla matematica ha ricevuto una borsa di studio dalla prestigiosa Virginia Foundation of the Humanities.

Durante la stesura de Il diritto di contare, la scrittrice ha voluto conoscere di persona molte delle protagoniste della storia e ha approfondito con loro gli aspetti più spinosi della vicenda, in modo da dare un ritratto quanto più veritiero possibile dei fatti narrati. Attualmente vive con il marito a Charlottesville.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.