FoxLife

Women's March, tutte le star che si sono schierate contro Donald Trump

di -

Da Natalie Portman a Madonna, senza dimenticare Miley Cyrus e Kerry Washington, sono state tantissime le celebrities impegnate nella Women's March anti Trump.

Alcune delle celebrities che hanno preso parte alla Women's March

96 condivisioni 0 commenti 4 stelle

Share

Donald Trump, questo è certo, avrà del filo da torcere.

Il neo Presidente ha da poche ore varcato la porta della Casa Bianca, ma quale sia la posizione delle donne - e non solo - nei riguardi della sua ascesa al potere appare già piuttosto chiaro.

Ieri, 21 gennaio, le strade di Washington DC sono state invase dalla Women's March, una marcia di protesta in piena regola - organizzata servendosi principalmente dei social - a cui hanno preso parte uomini e donne comuni, ma anche numerosi volti noti dello showbiz. Los Angeles, New York e tante altre città degli Stati Uniti si sono tinte di rosa, seguendo l'esempio della capitale.

L'obbiettivo era quello di manifestare contro il sessismo e il razzismo di Trump, accusato di misoginia e discriminazione nei confronti delle minoranze sin dalle prime fasi della sua campagna elettorale.

Così, dopo aver digerito malvolentieri l'invettiva di Meryl Streep durante gli scorsi Golden Globes, il tycoon (ormai Presidente degli Stati Uniti) si è trovato a fronteggiare un esercito di star - ormai è chiaro, non certo a suo favore - scese in strada al fianco del popolo.

A partire da Madonna - che ha animato il corteo cantando Express Yourself - sono state avvistate tantissime celebrities nel corso della Women's March. Molte di loro, tra cui la popstar, sono intervenute attivamente durante la manifestazione.

Alicia Keys, ad esempio, ha voluto dire la sua sulla discriminazione razziale, focalizzando l'attenzione sul problema delle minoranze etniche.

Scarlett Johansson, invece, ha tenuto un interessante discorso sullo spinoso tema della sanità pubblica.

1/3 scarlett at @womensmarch today in washington, d.c.

A photo posted by Scarlett Johansson (@scarlettjohannson) on

Radiosa come non mai, c'era anche Natalie Portman. L'attrice è incinta del suo secondo figlio, ma non ha assolutamente rinunciato a essere presente.

Il suo pancione era fasciato da una t-shirt davvero simpatica, con la scritta: "Dovremmo essere tutti femministi".

Con l'attrice - di recente protagonista di un biopic su Jackie Kennedy - c'era la collega Kerry Washington. L'amatissima Olivia Pope di Scandal non poteva non prendere parte ad un evento così importante, potremmo dire - senza esagerare - addirittura storico.

#NataliePortman So inspiring. #WomensMarch #WomensMarchLA

A photo posted by Kerry Washington (@kerrywashington) on

Hanno marciato in favore dei diritti delle donne e dell'uguaglianza persino dive del calibro di Jane Fonda, Jamie Lee Curtis e Barbra Streisand.

Non mancavano neppure Miley Cyrus e Katy Perry.

La prima era scatenatissima e ha travolto tutti con il suo entusiasmo.

Katy Perry, invece, ha sfoggiato per l'occasione la sua nuova capigliatura bionda, in tinta con quella del suo amato Orlando Bloom dai festeggiamenti organizzati per il suo 40esimo compleanno.

"Hell hath no fury like a woman reborn"

A photo posted by KATY PERRY UPDATES (@katyperry.updating) on

E gli uomini?

John Legend - di recente vittima di un brutto episodio di razzismo insieme alla moglie Chrissy Teigen - ha preso parte alla Women's March che ha avuto luogo a Park City, nello Utah, dove si trovava per il Sundance Film Festival.

#WomensMarch

A photo posted by John Legend (@johnlegend) on

Tra coloro che hanno protestato contro Donald Trump c'era anche Jake Gyllenhaal.

Un altro attore di Hollywood ad aver aderito con grinta all'iniziativa è stato Mark Ruffalo, che in fase di campagna elettorale aveva addirittura promesso di spogliarsi in caso di vittoria di Hillary Clinton.

Yip. Well said. Borrowed sign from @dorisfullgrabe design by @dirtybandits #womensmarch Nyc

A photo posted by Mark Ruffalo (@markruffalo) on

Come la mettiamo adesso, Donald Trump?

Il neo Presidente non potrà fare a meno di sentirsi un osservato speciale.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.