FOX

Death Stranding, Guillermo del Toro non è coinvolto nello sviluppo

di -

Guillermo del Toro non dirigerà Death Stranding al fianco di Hideo Kojima. Il regista de Il Labirinto del Fauno apparirà nel videogioco solo come un dei personaggi.

L'inquietante bambola vista nei due trailer di Death Stranding

89 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Il rapporto tra cinema e videogiochi è da sempre controverso. Un rapporto capace di generare film deludenti, altri interessanti - qualcuno ha detto Assassin's Creed? - e altri dalle premesse esplosive.

Quello stesso rapporto che ha dato vita all'amicizia, anche di venatura artistica, tra Hideo Kojima e Guillermo del Toro

Il game designer "papà" di Matal Gear e il regista de Il Labirinto del Fauno avrebbero dovuto regalarci il survival horror Silent Hills, poi cancellato da Konami, con conseguente licenziamento dello stesso Kojima. Successivamente del Toro è apparso nel secondo trailer di Death Stranding, prossimo progetto indipendente del buon Hideo, in uscita sulle nostre PlayStation 4 grazie a Sony e alle neonata Kojima Productions.

A differenza di quanti molti pensassero, Guillermo del Toro non è però coinvolto nello sviluppo di Death Stranding, ed in particolare nella direzione creativa del videogioco con gli attori Norman Reedus - star di The Walking Dead - e Mads Mikkelsen. La conferma arriva dalla viva voce dello stesso director, intervistato dai colleghi del portale americano IGN

Sono coinvolto soltanto come personaggio. Kojima-san mi ha chiamato e mi ha detto "voglio che tu sia un personaggio all'interno del gioco", io ho accettato con gioia, e abbiamo discusso al lungo sul mio ruolo da personaggio in Death Stranding, ma non sono coinvolto nella direzione creativa del progetto. Questo è un progetto di Kojima-san e di nessun altro. Penso che sarà fantastico al 100%, ma questo è "lui" e queste sono le sue idee. Sono soltanto un burattino nelle sue mani. Il mio contributo l’ho dato portando avanti lunghe sessioni di scanning e motion capturing, soltanto questo.

Del Toro ha poi aggiunto:

Ho fatto io stesso diverse sessioni di scanning per i miei film, e so per certo che il suo lavoro mi permetterà di sembrare reale all'interno del gioco. Lo scanning svolto da Kojima è incredibilmente accurato, e abbiamo impiegato diverse ore soltanto per approntare il mio modello.

Death Stranding di Hideo KojimaHDKojima Productions
Il modello poligonale di Guillermo del Toro in Death Stranding

Death Stranding non figura purtroppo tra i giochi in uscita nel corso del 2017, ma tutti gli estimatori di Hideo Kojima sperano di vedere un primo video di gameplay durante i prossimi mesi, magari in occasione dell'E3 2017 di Los Angeles (al via a giugno). Intanto sapevate che il gioco mostrerà un lato inedito di Norman Reedus?

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.