FOX

È arrivato il grande giorno di Resident Evil 7!

di -

Aprite quella porta!

La misteriosa bambina sulla cover di Resident Evil 7

1k condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Lo abbiamo bramato, a tratti temuto e in qualche modo sempre apprezzato per il suo coraggio. E oggi, Resident Evil 7, è finalmente realtà.

Rispettando le promesse, "mamma" Capcom ha infatti lanciato nella giornata del 24 gennaio 2017 il suo ultimo survival horror, disponibile su PC, Xbox One e PlayStation 4 - con supporto alla realtà virtuale di PlayStation VR messa a punto da Sony.

Ci è voluto un po', ma ora la vera natura di Resident Evil 7 è venuta a galla. Il titolo made in Japan torna alle origini del franchise e dell'intero genere di appartenenza, riuscendo a far convivere con classe la tradizione e le novità inserite dal team di sviluppo.

Come preannunciato dalla rivista Famitsu, e poi confermato dalle prime recensioni apparse online, l'ultimo capitolo di Biohazard è un gioiellino da non perdere per tutti gli appassionati, e per quanti vorrebbero avvicinarsi per la prima volta alla saga, che ha compiuto 20 anni di recente. Dimenticate Chris Redfield, Jill Valentine, Leon Kennedy e tutti i personaggi conosciuti negli episodi precedenti, perché Resident Evil 7 ci mette nei panni di Ethan Winters, un uomo comune che da ormai tre anni crede Mia, la propria moglie, morta.

Resident Evil 7 per PS4, Xbox One e PCHDCapcom
Resident Evil 7 è finalmente disponibile su PS4, Xbox One e PC

La storia dell'ultima produzione Capcom prende il via qualche anno dopo i fatti raccontati da Resident Evil 6, senza però presentare alcun legame con il gioco precedente. Ethan riceve un video in cui sua moglie è viva ma schiacciata da una terribile minaccia. Una coltre di bugie e orrore inizia a prendere forma  quando il nostro eroe improvvisato decide di lanciarsi alla ricerca della sua amata Mia. Sarà dunque la Louisiana, e in particolare la casa della famiglia Baker, ad ospitare tutte le oscure bellezze di Resident Evil 7.

Avvicinandosi alle atmosfere del film Non Aprite Quella Porta - classico del genere horror datato 1974 -, l'ultimo Resident Evil ci invita a scoprire pian piano gli assi nella sua "putrida" manica, spazzando via ogni timore dei veterani, che temevano di trovarsi di fronte ad un mero clone di Outlast o del cancellato P.T. di Hideo Kojima. Resident Evil 7 mette sul piatto non solo disgustosi resti umani, ma anche una sua marcata identità.

La scelta di spostare la visuale in prima persona non intacca lo spirito di Resident Evil - c'è comunque chi è riuscito a giocarci in terza grazie ad una mod -, ma al contrario contribuisce a far immedesimare i videogiocatori in Ethan, per un'esperienza complessiva di altissimo livello, almeno a sentire i pareri degli esperti sui portali italiani e internazionali. Enigmi, sparatorie e sezioni "hide & seek" ci terranno impegnati a lungo, senza farci rimpiangere i primi gloriosi capitoli del brand.

Insomma, Resident Evil 7 aspetta di essere scoperto, vissuto e consumato. Voi avete già tra le mani la vostra copia? Vi ricordiamo che in concomitanza con l'arrivo nei negozi di Resident Evil 7, Capcom ha pubblicato la prima patch dall'estensione di 806 MB. Ecco i contenuti:

  • Nuovi trofei per il primo DLC intitolato "Banned Footage Vol.1"
  • Supporto per i contenuti aggiuntivi
  • Supporto delle notifiche per i nuovi capitoli
  • Risoluzione di alcuni bug e problemi tecnici

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.