FOX

Logan ha ufficialmente rating R; il regista chiarisce il legame coi film X-Men

di -

James Mangold ha confermato un divieto ai minori di 17 anni per il suo violento Logan e spiegato la posizione del film nell'universo cinematografico degli X-Men.

839 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Una versione dark di Little Miss Sunshine, con toni western, tre mutanti on the road e un po' di violenza. È così che Hugh Jackman e il regista James Mangold hanno descritto scherzosamente Logan, l'ultimo capitolo della trilogia dedicata a Wolverine.

Il film adesso si è guadagnato ufficialmente quel rating R da lungo promesso. I motivi li conosciamo: il già accennato alto tasso di violenza ("violenza brutale"), linguaggio scurrile e nudità. Tutto secondo i piani.

Ma Logan avrà anche qualcos'altro in comune con Deadpool, l'altro film Marvel targato 20th Century Fox ad esibire un divieto ai minori di 17 anni. Entrambi i film sono stati creati con l'intenzione di lasciare il segno nel mondo dei supereroi del cinema. Logan, in particolare, vuole prendere gli eroi dei fumetti e catapultarli in "un mondo reale, dove le persone possono morire".

Sembra esserci anche un altro tipo di normalità nel film di Mangold, che ha usato un'immagine peculiare per guidarlo nella sua cupa visione del futuro di Wolverine. Come ricordato nel corso di un'intervista ad Empire, nel film vedremo Logan, la giovane Laura e un esausto Professor X imbarcarsi in un pericoloso road trip.

Prendere degli eroi e metterli in una situazione di normalità sembra la contraddizione definitiva di quello che i blockbuster tendono a fare. E niente li rende più normali che venir stipati in un'auto e dover fare i conti l'uno con gli altri.

Logan e il suo legame coi film X-Men

Nelle ultime ore, Mangold ha fatto anche delle altre precisazioni sulla sua pellicola. In particolare, è tornato a rispondere alle domande dei fan riguardo alla collocazione del film rispetto a quelli con protagonisti gli X-Men.

Hugh Jackman aveva fatto intendere che Logan non avrebbe fatto parte dello stesso universo, ma il regista ha chiarificato la sua posizione in merito. Il terzo Wolverine sarà semplicemente ambientato nel 2029, 5 anni dopo qualsiasi linea temporale precedentemente mostrata negli altri film del franchise.

Questo si allinea con alcune precedenti dichiarazioni di Mangold:

Il mio obiettivo era molto semplice: scegliere un momento [per ambientare il film] che mi permettesse di avere abbastanza spazio di manovra per essere libero da qualsiasi complicazione pre-esistente.

Logan - The Wolverine uscirà nelle sale italiane l'1 marzo 2017.

Accanto ai veterani del franchise, Hugh Jackman e Patrick Stewart, troveremo anche la giovane Dafne Keen nel ruolo di Laura/X-23, Boyd Holbrook in quello di Donald Pierce e Stephen Merchant come Calibano.

Per le prime impressioni sui primi 40 minuti del film, mostrati alla critica, potete leggere il nostro articolo dedicato.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.