FOX

Vi Presento Toni Erdmann, la recensione: la Germania punta all'Oscar

di -

È stata definita la miglior commedia tedesca di sempre: lo straniante e straordinario film di Maren Ade riuscirà merita la vittoria agli Oscar? La nostra recensione.

Una scena di Toni Erdmann

18 condivisioni 1 commento 5 stelle

Share

È stato uno dei film più amati dalla critica a Cannes 2016, ha vinto una valanga di premi agli ultimi European Film Awards e si presenta come la pellicola da battere agli Oscar 2017: sicuramente la nuova pellicola della regista Maren Ade ha un curriculum di tutto rispetto, capace di incuriosire i cinefili e gli spettatori più informati. Vi Presento Toni Erdmann è all'altezza della fama che si è costruito in questi mesi, quando è stato spesso definito la miglior commedia tedesca di sempre

La risposta è piuttosto complessa, almeno quanto questa imponente diesamina del difficile e modernissimo rapporto tra una fredda manager in carriera che tenta di conquistare un'importante commessa per la compagnia per cui lavora (Sandra Hüller) e il padre di lei (Peter Simonischek), uno strambo insegnante di musica con un senso dell'umorismo davvero peculiare. Winfried vive un momento di profonda solitudine e prova nostalgia per la figlia, sempre distante con la testa e il cuore, anche nei rari momenti in cui gli fa visita. 

La recensione di Vi Presento Toni ErdmannHDCinema
Quando scoprirete chi è il questo buffo personaggio, sarete in lacrime.


Esasperato dalla freddezza e insensibilità di lei, Winfried comincerà a spacciarsi per un life coach di nome Toni Erdmann, presentandosi con una parrucca, una dentiera e delle scuse improponibili nei locali e negli uffici frequentati dalla figlia, avvicinando i suoi colleghi e amici, senza rivelare la sua vera identità. 
Dapprima irritata, Ines comincerà ad essere affascinata dalle situazioni via via più imbarazzanti in cui finirà per trovarsi in compagnia dell'alter ego Toni, fino a perdere ogni imbarazzo e mostrare al padre anche i lati più scomodi e squallidi della propria esistenza, in uno straniante giro sulla giostra di un humour tedesco spesso alieno e straniante. 

Insomma, per durata (oltre due ore e quaranta minuti!) e piglio artistoide, Vi Presento Toni Erdmann non è certo una pellicola di svago per passare una serata in leggerezza, anche se indubbiamente si ride. È una risata piuttosto singolare quella che ricorre in sala, a cavallo tra l'imbarazzo e un po' di lost in translation tra umorismo tedesco e ilarità mediterranea. La sensazione è quella talvolta di perdersi in un nonsense incomprensibile per chi sia nato e cresciuto lontano dal nord Europa e non è certo nuova per chi negli anni scorsi si è sottoposto ad estenuanti prove quali Un Piccione seduto su un Ramo Riflette sull'Esistenza (il già dimenticato vincitore di Venezia 2014).

La recensione di Toni ErdmannHDCinema
La misteriosa locandina originale del film

Stavolta però il gioco vale la candela e non solo per le ottime interpretazioni dei due protagonisti e per le scene piuttosto stravaganti ed esplicite che fioriscono qua e là nella lunga pellicola. Se nelle prime due ore si ride o si rimane a bocca aperta dallo stupore di fronte all'imprevedibilità di Toni, negli ultimi quaranta minuti si rischia di piangere, di fronte alla soluzione che Ines e suo padre trovano per risolvere il loro rapporto. Insomma, Vi Presento Toni Erdmann è sicuramente un'esperienza da fare ancor prima di un film da vedere. Forse se fosse meno pesante nel suo segmento introduttivo e meno straniante in parecchi passaggi sarebbe il capolavoro di cui tutti parlano, però non sarebbe Toni Erdmann e di film con così tanta personalità abbiamo davvero un gran bisogno. 

Vi Presento Toni Erdmann sarà nelle sale italiane a partire dal 23 febbraio 2017.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.