Deus Ex: Mankind Divided, il passato di Adam Jensen nel DLC A Criminal Past

di -

Ancora novità per Deus Ex: Mankind Divided. A mesi dall'uscita del gioco, Eidos Montreal ha annunciato il secondo DLC, in uscita il 23 febbraio su PC e console.

Un primo piano di Adam Jensen dalla cover di Deus Ex: Mankind Divided

8 condivisioni 0 commenti

Condividi

In un 2016 affollatissimo di uscite videoludiche, il debutto di Deus Ex: Mankind Divided è passato ingiustamente in sordina. 

Eppure il gioco d'azione dalle venature stealth e ruolistiche di Eidos Montreal e Square Enix è molto più che interessante, capace di offrire un'esperienza ancora più completa e ricca di quella del suo predecessore, tanto su PC quanto sulle console di ultima generazione (vale a dire PlayStation 4 e Xbox One). 

Non stupisce allora che il team di sviluppo continui a supportare il suo gioiellino a colpi di espansioni, annunciando il secondo DLC. Si tratta di "A Criminal Past", che sarà disponibile su PS4, Xbox One e PC a partire dal 23 febbraio.

Gli eventi dell'add-on si svolgono ben prima di quelli vissuti nel titolo principale e ci permetteranno di vivere in prima persona la prima missione del protagonista Adam Jensen con TF29. Non mancheranno poi nuovi personaggi e una vecchia conoscenza di Delara Auzenne:

Jensen è stato trasferito in una ostile prigione di massima sicurezza per detenuti augmentati. La sua missione: rintracciare e recuperare informazioni sensibili da un agente sotto copertura sparito nel nulla. Il successo della missione sarà d’aiuto per la lotta contro il terrorismo nel mondo, ma Jensen dovrà confrontarsi con delle minacce inaspettate.

Al momento non sono stati pubblicati immagini o trailer del DLC "A Criminal Past", così come non è stato comunicato il prezzo ufficiale. 

Intanto da qualche settimana tutti coloro in possesso di una copia di Deus Ex: Mankind Divided possono scaricare gratuitamente tutti i DLC inclusi originalmente nel pre-ordine del titolo. Gli utenti che possiedono il gioco su PC hanno ricevuto automaticamente i contenuti tramite un aggiornamento, mentre chi ha una versione console ha dovuto effettuare un download manuale dal proprio store online, sia esso PSN o Xbox Live.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.