FOX  

The Walking Dead: 5 fatti strani accaduti sul set della serie

di -

Dai difficili rapporti con i vicini di set, a quelli con le forze dell'ordine. Quando combattere l'invasione degli erranti sembra essere più divertente del previsto.

Rick, Daryl e Hershel sul set di The Walking Dead

1k condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Da ormai 7 anni il cast di The Walking Dead è impegnato giorno e notte nella lotta alla sopravvivenza. Da un lato c'è la necessità di combattere e fermare l'invasione degli erranti, dall'altra fronteggiare una minaccia ancora più grande: gli ultimi esseri umani sopravvissuti che cercano in ogni modo di prendere il sopravvento l'uno sull'altro.

Nonostante le apparenze, però, combattere dev'essere più divertente di ciò che sembra, almeno a giudicare dai tanti avvenimenti esilaranti e dagli aneddoti condivisi dagli attori della serie.

Abbiamo perciò deciso di condividere con voi i 5 fatti più strani avvenuti sul set del fortunato show di punta di AMC.

Gli S.W.A.T. possono creare più problemi dei non-morti

S.W.A.T. o erranti: Qual è la minaccia più grande?

Prima ancora che iniziassero ufficialmente le riprese, nessuno degli abitanti di Atlanta (città della Georgia in cui si svolgono gran parte degli eventi narrati nella prima stagione) sapeva cosa stesse per accadere davvero. Tant'è che, notato un uomo armato di un fucile che presidiava il tetto di un palazzo, allarmati, decisero di scomodare una squadra della S.W.A.T. Fortunatamente tutto si risolse per il meglio e Merle (Michael Rooker) riuscì a spiegare alle autorità la sua posizione.

Dale non deve morire

Una volta licenziato ufficialmente dalla produzione, Frank Darabont (co-creatore della serie) non perse l'occasione per rilasciare diverse interviste al vetriolo. Tra le tante curiosità emerse, la volontà di Jeffrey DeMunn (interprete del buon caro vecchio Dale) di mettere fine all'esistenza del suo personaggio. Non sappiamo spiegarvi il perché di questa richiesta ma, come sapete benissimo, alla fine pare essere stato accontentato.

Pioggia di sangue

L'attrice Lauren Cohan

Ospite di una puntata del Jimmy Kimmel Live!Lauren Cohan (la celebre Maggie Greene) ha raccontato un avvenimento decisamente inquietante. Finite le riprese, l'attrice non vedeva l'ora di tornare a casa sua, tanto da mettersi in viaggio senza prima passare dalle docce. La polizia locale la fermò per eccesso di velocità salvo poi trovarsi davanti la Cohan coperta di sangue da capo a piedi. Fortunatamente per lei, l'unico obiettivo dell'agente era quello di filtrare con lei. Bella... e letale!

Come mamma l'ha fatto

Normann Reedus

Forse uno dei retroscena più famosi su The Walking Dead. Norman Reedus è universalmente riconosciuto come un idolo, venerato da uomini e donne. Come prevedibile però Daryl è in tutto e per tutto un uomo uguale a tutti gli altri. Per questo, quando una mattina la sua sveglia decise di non collaborare, l'attore fu costretto a catapultarsi fuori dal letto e correre sul set. Unico inconveniente: si presentò in scena completamente nudo.

Lasciate stare il mio albero!

Tolti i fan, dall'altra parte della barricata, ogni spettacolo di successo deve imparare a fare i conti con una lunga schiera di detrattori. Alcuni di loro sono riusciti addirittura a ritagliarsi uno spazio durante una delle puntate del celebre Good Morning America. Lì hanno manifestato tutto il loro dissenso nei confronti della troupe. Il problema? Ad alcuni abitanti di Senoia (in Georgia) fu chiesto di evitare di decorare gli alberi del suo giardino, per non compromettere le riprese.

Siamo sicuri che durante i prossimi anni e con le prossime stagioni in arrivo, avremo modo di aggiornare questa lista con altri momenti degni da ricordare.

L'attesa per i nuovi episodi della seconda parte della settima stagione di The Walking Dead sta per terminare. Rick e soci tornano in prima visione assoluta su FOX lunedì 13 febbraio alle 21.00.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.