FOX

Il cast di Trainspotting ricrea l'iconico poster del film, 20 anni più tardi

di -

Ospite del The Graham Norton Show, il cast di T2 Trainspotting si è divertito a ricreare la posa del film di Danny Boyle. Riecco Sick Boy, Spud, Rent e Begbie.

655 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Scegliete di sedervi sul divano, scegliete un maxitelevisore del cazzo su cui guardare il ritorno di Sick Boy, Spud, Rent e Begbie mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Scegliete, insomma, T2 Trainspotting, il sequel "ripulito" del cult del '96 diretto da Danny Boyle.

Il cast del film - da Ewan McGregor a Robert Carlyle - è stato ospite del The Graham Norton Show, in onda sulla BBC. Il conduttore del programma TV, tra lo sguardo divertito del regista, ha chiesto agli attori presenti in studio di poter ricreare la posa dell'iconico poster dell'originale. Il risultato? Esilarante, almeno a giudicare dalle immagini.

HDMedusa
I protagonisti di Trainspotting nel poster del '96

Come mostra il video, Jonny Lee Miller, Robert Carlyle e il presentatore Graham Norton hanno indossato baffi e parrucche per immedesimarsi nei personaggi del cult di metà anni '90 (con il conduttore prestato ad un ruolo femminile, quello di Diane). A McGregor e Bremner, invece, è bastato solo assumere la posa del poster originale, con l'attore di Star Wars che ha sfoggiato un nuovo look (per lui capelli rasati, ancor di più del Rent del primo Trainspotting).

T2 Trainspotting sancirà il ritorno degli eroinomani di Edimburgo sul grande schermo. Sono passati vent’anni da quella storia di dipendenza, amicizia e tradimento. Mark Renton (Ewan McGregor) torna all’unico posto che da sempre chiama casa. Lì ad attenderlo ci sono Spud (Ewen Bremner), Sick Boy (Jonny Lee Miller), e Begbie (Robert Carlyle), insieme ad altre vecchie conoscenze: il dolore, la perdita, la gioia, la vendetta, l’odio, l’amicizia, l’amore, il desiderio, la paura, il rimpianto, l’eroina, l’autodistruzione e la minaccia di morte. Sono tutti in fila per dargli il benvenuto, pronti ad unirsi ai giochi.

Il regista Danny Boyle ha definito T2 Trainspotting come un film che narra l'impietoso scorrere del tempo. Durante l'incontro con la stampa romana, il cineasta ha confessato che uno script del secondo capitolo (in cui si affrontava la tematica del "porno") era stato scritto dieci anni prima. Il sequel, dopo un lungo iter produttivo, arriverà nelle sale italiane il prossimo 23 febbraio.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.