The Legend of Zelda: Breath of the Wild, tanti nuovi dettagli per il capolavoro Nintendo

di -

The Legend of Zelda: Breath of The Wild conquista la copertina di Game Informer. Dal magazine americano arrivano tantissime informazioni sulla nuova avventura di Link.

Link esplora una colorata valle in The Legend of Zelda: Breath of The Wild

76 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Lo abbiamo inserito nella lista dei videogiochi più attesi del 2017, ed ora The Legend of Zelda: Breath of the Wild torna ad infiammare il nostro già caldissimo hype. 

La prossima avventura di Link debutterà su Nintendo Wii U e Nintendo Switch il 3 marzo, ed è pronta ad imporsi come la produzione più grande ed ambiziosa mai realizzata dalla casa di Super Mario. La stessa che è riuscita a ritagliarsi una ricca e gradita "cover story" sulle pagine del magazine Game Informer, tra i più amati dai gamer di tutto il mondo.

Nuovi dettagli da Game Informer per The Legend of Zelda: Breath of the WildHDGame Informer/Nintendo
La copertina di Game Informer dedicata a The Legend of Zelda: Breath of the Wild

Ed è proprio grazie allo speciale apparso sulla rivista americana che oggi possiamo goderci in anteprima alcuni dettagli inediti del nuovo Zelda, riportati prontamente dal sito Nintendo Everything

Prima di tutto sappiamo che la demo provata dal redattore di Game Informer inizia nelle Scuderie Serenne, luogo in cui il nostro eroe può riposare per recuperare salute, interagire con altri personaggi, commerciare e lasciare i cavalli in custodia. La mappa è costellata di scuderie, gestite da diversi personaggi.

Grazie alla prova su strada del magazine, è stata confermata la presenza del meteo dinamico, che va ad incidere anche sul gameplay di The Legend of Zelda: Breath of the Wildin caso di pioggia sarà possibile entrare in una scuderia per ripararsi, così come nel corso di una tempesta; non solo, in quest'ultimo caso potrebbe addirittura accadere che l'equipaggiamento di Link (spada, scudo e armi assortite) attiri i fulmini, causando morte immediata.

La mappa ospita poi oltre 100 altari, utilizzabili per gli spostamenti rapidi - un po' come accade nel recente The Witcher 3: Wild Hunt -, e tutta una serie di animali dall'intelligenza artificiale decisamente evoluta, che potrebbero attaccare il protagonista anche in branco e in determinate condizioni atmosferiche. 

Il test svela anche la presenza di un finale alternativo, sbloccabile compiendo determinate scelte nel corso dell'avventura. Quel che è certo è che Nintendo ha già promesso lacrime per i giocatori che si lanceranno nell'esplorazione del mondo di Hyrule proposto in Breath of the Wild.

Insomma, non possiamo che attendere marzo al varco: voi siete della stessa opinione? Avete già visto gli spot in cui il creatore del gioco recita nei panni di Link?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.