FoxLife  

Dan Stevens parla delle sfide uniche di Legion e La Bella e la Bestia

Il 2017 di Dean Stevens sarà sospeso tra realtà, illusione e incantesimi Disney.

David Haller e il Principe Adam interpretati da Dan Stevens

77 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Il 2017 è davvero l'anno di Dan Stevens.

Dopo aver raggiunto la fama internazionale grazie al ruolo di Matthew Crawley in Downton Abbey, l'attore è stato scelto per altri due progetti di altro profilo. È lui infatti il protagonista di Legion, la prima serie live-action dedicata ai mutanti dell'universo Marvel. Ed è sempre lui a celarsi dietro il volto della Bestia e del suo alter-ego, il Principe Adam, nel remake Disney de La Bella e la Bestia.

Nel corso di una breve intervista a Nerdist, l'attore ha parlato di questi due nuovi progetti, diversissimi tra loro ma accumunati da un fattore comune: entrambi gli hanno fatto affrontare delle sfide davvero uniche.

Nella mente di David Haller

La difficoltà numero uno di Legion è l'intricata psicologia del suo protagonista. David Haller è un mutante dai poteri straordinari, che ci guiderà ogni episodio attraverso un labirinto dove distinguere ciò che è reale non è mai semplice. L'unica cosa di cui potremo fidarci sono i particolari: piccoli indizi, disseminati tra una scena e l'altra, che all'apparenza potrebbero apparire insignificanti.

Ci sono piccole cose nel sonoro che non ho notato per la prima volta, o particolari visivi che servono da indizio per scoprire che direzione prenderà la storia, o cosa potrebbe star succedendo davvero, quale delle realtà che vediamo è vera... e chi si trova in controllo della psiche di David in quel momento. È una cosa davvero interessante da seguire!

Orecchie belle tese, quindi: perché anche Dan Stevens non ha notato tutto la prima volta, quando ha letto il copione di Legion o mentre stava filmando un nuovo episodio. I sussurri sullo sfondo potrebbero essere più che semplici rumori senza senso.

Nei panni della Bestia

Se quello di David Haller è un ruolo molto psicologico, la favola disneyana ha richiesto un impegno decisamente più fisico a Dan Stevens:

Ho interpretato la bestia a 20 centimetri dal suolo, in una pesante tuta e dei trampoli. Ho dovuto anche cantare e ballare. Si è trattato di un'avventura sorprendente ed epica. Era un ruolo molto fisico, con tanto di burattinai e tutto quel che questo comportava!

Trasformare La Bella e la Bestia in un'avventura con attori in carne e ossa aggiungerà più di un livello di profondità alla storia originale. Dan Stevens ha ribadito che il film di Bill Condon non si limiterà a trasporre fotogramma per fotogramma il classico animato: ci saranno diverse sorprese ad attenderci al cinema, pronte a giocare con le nostre aspettative.

Tutto è realizzato con un enorme amore e rispetto per l'originale, per la favola de La Bella e la Bestia, a per [il film del 1946 diretto da Jean Cocteau].

I trailer e gli spot televisivi del film finora svelati da Disney confermano le parole dell'attore. Nella pellicola ritroveremo gran parte delle canzoni che hanno incantato il pubblico nel 1991, inclusa una versione del tema de La Bella e la Bestia cantata da Ariana Grande e John Legend. Céline Dion e il compositore Alan Menken sono tornati all'opera sul progetto con una canzone originale dal titolo How Does A Moment Last Forever?

La Bella e la Bestia uscirà nelle sale italiane il 16 marzo 2017. Nel cast, accanto a Dan Stevens, troveremo Emma Watson nel ruolo di Belle, Luke Evans (Gaston), Emma Thompson (Mrs Brics), Kevin Kline (il padre di Belle), Josh Gad (Le Fou), Ewan McGregor (Lumière) e Sir Ian McKellen (Tockins).

Su FOX, l'appuntamento con Dan Stevens e Legion è invece fissato ogni lunedì alle 21:50 a partire dal 13 febbraio per gli episodi in prima visione assoluta.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.