FOX  

T-shirt di The Walking Dead ritirata dai negozi perché considerata razzista [UPDATE]

di -

Il primo episodio della stagione 7 di The Walking Dead continua a far discutere. Stavolta è toccato a una t-shirt ispirata alla conta di Negan, giudicata razzista. [UPDATE]

Negan con Lucille prima della celebre conta

1k condivisioni 2 commenti 5 stelle

Share

[UPDATE 24/02/2017 ore 12.00] Successivamente al polverone nato dalla questione, anche Jeffrey Dean Morgan ha detto la sua, di fatto mettendo in ridicolo tutta la polemica con un semplice commento via Twitter. Leggi tutti gli aggiornamenti nel nostro articolo dedicato.

Articolo originale

Dopo le polemiche per i contenuti eccessivamente violenti, il primo episodio della settimana stagione di The Walking Dead continua a far discutere. 

Come riporta il sito britannico The Star, questa volta l'oggetto del contendere è una t-shirt ispirata alla filastrocca pronunciata da Negan per fare la sua conta, che è stata giudicata "razzista" e "offensiva" ed è stata ritirata dai negozi della celebre catena inglese Primark.

T-shirt di The Walking Dead Eeny Meeny Miny MoeHDThe Star
La t-shirt di The Walking Dead giudicata razzista

Ma perché la t-shirt ha suscitato tanto clamore? Per capirlo è necessario fare un passo indietro.

La filastrocca nonsense recitata dal leader dei Salvatori è una conta inglese risalente (almeno) al 1820, che successivamente si è diffusa negli Stati Uniti.

Della cantilena esistono diverse varianti e quella pronunciata da Negan per scegliere la sua vittima a un certo punto dice: "Eeny, meeny, miny, moe, catch the tiger by his toe", che in italiano si può tradurre "Eeny, meeny, miny, moe, prendi la tigre per il suo dito del piede".

Ma in un'altra variante, al posto di "tiger" viene utilizzato un termine dispregiativo per indicare gli afroamericani e questo riferimento (per quanto non eplicitato) è stato ciò che ha provocato la reazione di un cliente della catena, il ministro metodista Ian Lucraft, che si è sentito in dovere di segnalare la t-shirt al direttore responsabile di Primark, Paul Marchant:

Tutti sanno che la frase 'Eeny, meeny, miny, moe' prosegue incitando a cacciare un afroamericano. Il disegno mostra una grande mazza da baseball avvolta nel filo spinato e coperta di sangue. [...] È una esplicita minaccia di aggressione razzista e se fossi un afroamericano e mi trovassi davanti a qualcuno che la indossa, saprei cosa pensare.

Negan nel fumetto di The Walking DeadImage Comics
Negan come appare nel fumetto di The Walking Dead

La risposta non si è fatta attendere ed è arrivata tramite un portavoce della catena, che ha dichiarato:

La t-shirt in questione fa parte del merchandising della serie TV USA The Walking Dead e le citazioni e le immagini sono prese direttamente da lì. Qualunque offesa abbia potuto causare, è stata assolutamente involontaria e Primark si scusa sinceramente per questo. Stiamo provvedendo a ritirare la t-shirt dai negozi.

Ironia della sorte, nel fumetto viene spiegato che Negan pronuncia la tanto discussa filastrocca proprio per non sembrare razzista. Inginocchiati davanti a lui, infatti, ci sono Glenn, Michonne e Heath e per evitare di venire accusato di avere ucciso intenzionalmente un asiatico o un afroamericano, il leader dei Salvatori sceglie di affidarsi al caso e di recitare la conta della discordia.

E a proposito di Negan: che fine ha fatto? Niente paura, l'arcinemico di Rick sta per tornare. L'appuntamento è lunedì 27 febbraio alle 21.00, in prima visione assoluta su FOX.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.