The Wicked + The Divine, mitologia e musica pop si incontrano nella nuova serie Bao Publishing

di -

Disponibile nelle librerie dal 23 febbraio, The Wicked + The Divine è un thriller fantasy a fumetti che unisce mitologia e musica pop. La nostra recensione del primo volume.

Alcuni dei principali protagonisti di The Wicked + The Divine

24 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Ogni novant'anni, dodici i si reincarnano in altrettanti umani. Benché immortali, la loro vita terrena dura solo due anni, al termine del quale muoiono, solitamente male.

A grandi linee è questa la premessa di The Wicked + The Divine, serie a fumetti scritta da Kieron Gillen e illustrata da Jamie McKelvie, uscita nel 2014 per l'americana Image Comics e ora approdata finalmente anche nel nostro paese grazie a Bao Publishing.

Una premessa che a molti porterà alla memoria il bellissimo American Gods di Neil Gaiman, un libro con cui la serie ha però in comune soltanto l'idea di far discendere un phanteon di dèi antichi nel mondo contemporaneo e poco altro.

Se nel volume dell'autore di Sandman le divinità si muovevano nell'ombra, attenti a non rivelare ai terrestri la loro vera identità, i protagonisti di The Wicked + The Divine ci tengono a ribadirlo a ogni loro apparizione sulla pagina. Dopotutto dalle pop star non ci si può aspettare diversamente.

I dodici dèi che gli autori propongono in questa serie sono infatti tutte giovanissime star della musica, i cui look spesso richiamano quelli dei grandi nomi della storia del rock e pop mondiale, dal David Bowie del periodo berlinese a Florence Welch dei Florence + The Machine.

L'entrata in scena di AmaterasuHD© BAO Publishing

Presagio Faust, il primo dei tre volumi dell'opera previsti in Italia nel 2017, può considerarsi a tutti gli effetti il prologo della serie, un ottimo set-up in cui ci vengono presentati temi e personaggi e che ci consente di entrare in sintonia con la sagace ironia che pervade le 176 pagine del fumetto.

Come tutte le grandi leggende della musica, gli dèi qui proposti sono infatti altezzosi, spesso arroganti, sboccati e sempre con la giusta frase da dire, quella capace di rimanere impressa nelle menti dei loro giovani seguaci per gli anni a venire. Inoltre, ognuno di essi è dotato di poteri straordinari, abilità con le quali gli è possibile fare davvero di tutto e da cui è impossibile non rimanere affascinati.

Ed è questo ciò che succede alla giovane Laura, "fangirl" del colorato phanteon deistico che, per aiutare uno dei suoi membri di spicco - Luci, reincarnazione dai tratti bowieani di Lucifero - si ritrova a dover risolvere un mistero molto più grande di lei.

Non vi diciamo altro per non rovinarvi le varie sorprese a cui vi troverete difronte durante la lettura, ma possiamo però anticiparvi che, come direbbe George R. R. Martin, nessuno dei protagonisti è al sicuro.

Come potete vedere nel booktrailer qua sopra, per il lancio italiano di The Wicked + The Divine Bao Publishing ha deciso di proporne il primo volume con ben cinque copertine differenti, ognuna di esse raffigurante uno dei principali protagonisti.

Per i visitatori del Cartoomics di Milano, che avrà tra gli ospiti di punta proprio gli autori della serie, la casa editrice ha preparato una speciale sesta copertina in 300 copie numerate, raffigurante i loghi dei dodici dèi in oro su sfondo nero.

Un'occasione in più per iniziare quella che in molti hanno già definito una delle migliori produzioni fumettistiche degli ultimi anni, capace di unire a una trama interessante - impreziosita da dialoghi freschi e moderni, aspetto sempre più raro al giorno d'oggi - un segno grafico e una colorazione che sono un vero piacere per gli occhi.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.