FoxLife

Jodie Foster si schiera contro Donald Trump (insieme a Michael J. Fox)

di -

Abbandonata la sua timidezza, Jodie Foster ha preso la parola durante la marcia United Voices tenutasi ieri contro Trump. Con lei c'era anche Michael J. Fox.

Primo piano di Jodie Foster

771 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

A distanza di pochissime ore dagli Oscar 2017, Los Angeles è stata presa d'assalto da circa 1.500 persone per l'ennesima manifestazione contro Donald Trump.

United Voices - questo il nome del corteo che ha avuto luogo venerdì 24 febbraio - ha attirato diverse celebrità, tra cui Jodie Foster, James Franco e Michael J. Fox.

L'attrice, nota per il suo essere da sempre schiva e restia al mettersi in mostra, ha voluto dire la sua circa i recenti provvedimenti anti immigrazione adottati dal Presidente degli Stati Uniti.

Il Muslim Ban - commentato su Twitter persino da Kim Kardashian - continua a far discutere. La volontà di Trump di arginare l'immigrazione - impedendo così di accogliere i rifugiati siriani e le altre vittime della guerra - non va giù a molti statunitensi, così come la sua decisione di liberalizzare totalmente le armi.

Come riportato dall'emittente BBC, Jodie Foster ha tenuto un intervento davvero incisivo.

Jodie Foster durante il suo intervento alla manifestazione United VoicesHDGetty

Non sono una persona che si sente a suo agio nello sfruttare la propria popolarità, ma quest'anno è diverso ed è il momento di metterci la faccia. Attaccare la democrazia vuol dire limitare la libertà. Non importa dove si nasce o chi si vota: questo è il tempo di resistere, di chiedere risposte e pretendere che i nostri funzionari facciano il loro lavoro. Non tollereremo caos, inettitudine e atteggiamenti da guerrafondai.

L'attore Michael J. Fox - che negli ultimi mesi ha smentito il presunto peggioramento delle sue condizioni di salute avvallato dalla stampa - ha parlato apertamente della triste situazione inerente gli immigrati che si riversano negli USA alla ricerca di un futuro migliore.

Michael J. Fox ha preso parola durante l'ultima manifestazione contro Donald TrumpHDGetty

Voltare le spalle agli immigrati è un assalto alla dignità umana. Sono fiero di essere qui a sostenere i valori in cui credo e i principi che da sempre ammiro.

Nel corso della manifestazione - ormai l'ennesima contro il tycoon dopo la Women's March e la #NoBanNoWall March, cui hanno preso parte anche Bella e Gigi Hadid - è stato proiettato un filmato del regista iraniano Asghar Farhadi, candidato all'Oscar per Il Cliente.

La sua partecipazione alla cerimonia di premiazione è stata messa in dubbio a causa delle misure restrittive imposte da Trump e Farhadi ha quindi deciso di non prendere parte alla kermesse in segno di protesta.

Il vostro attivismo è commovente. Sono grato per l'attenzione dei miei colleghi e per la loro reazione alla discriminazione. I registi possono rompere gli stereotipi, girando le loro telecamere e riprendendo le qualità umane.

Cosa succederà agli Oscar? La polemica anti Trump riuscirà a rubare la scena alle star sul tappeto rosso e alle tanto sospirate statuette?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.