FOX

Love Actually: Andrew Lincoln e Hugh Grant nelle prime foto dal set!

Le riprese del sequel di Love Actually per il Red Nose Day 2017 sono iniziate, e dal set ci arrivano le prime immagini di Hugh Grant, Keira Knightley e Andrew Lincoln coi suoi cartelloni!

2k condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Sono passati 14 anni, ma Andrew Lincoln tiene ancora stretti i suoi cartelloni. L'attore farà nuove confessioni nello speciale corto di Love Actually realizzato per il Red Nose Day, un evento organizzato ogni anno dall'organizzazione Comic Relief per raccogliere fondi a scopo benefico.

Questo 24 marzo, BBC trasmetterà l'inaspettato (ma molto atteso) sequel, che riunirà il protagonista di The Walking Dead con molti dei suoi vecchi compagni di set in un video di 10 minuti. Le prime immagini di Red Nose Day Actually (questo il titolo ufficiale del sequel) ci sono arrivati dagli account social di Emma Freud, coordinatrice dell'evento.

Negli scatti possiamo vedere Hugh Grant e Martine McCutcheon calarsi nuovamente nei ruoli del Primo Ministro e di sua moglie Natalie, Andrew Lincoln (Mark) sul set in compagnia di Chiwetel Ejiofor (Peter), e Keira Knightley (Juliet) mentre scherza con la troupe. Guest-star speciale delle foto: il regista e sceneggiatore Richard Curtis, tornato a mettere mano alla sua opera del 2003.

Sul set sono già comparsi anche Liam Neeson (Daniel), Thomas Brodie-Sangster (Sam) e Olivia Olson (Joanna), immortalati durante le riprese da alcuni video amatoriali.

Sebbene la maggior parte del cast originale di Love Actually abbia dato la propria disponibilità al ritorno per questo mini-sequel, questo marzo non rivedremo tutti i protagonisti del film. La ragione è legata ad Alan Rickman, scomparso lo scorso gennaio.

L'assenza di Emma Thompson in Red Nose Day Actually

La durata e lo scopo del corto Red Nose Day Actually purtroppo non lasceranno spazio per un tributo ad Alan Rickman.

Nel film del 2003, l'attore interpretava Harry, un uomo sposato con una relazione con la sua segretaria, Mia (Heike Makatsch). Nel ruolo di sua moglie Karen c'era Emma Thompson, che non tornerà per il sequel.

Alan Rickman insieme alla collega ed amica Emma ThompsonHDVogue

In un'intervista a The Guardian, l'attrice ha chiarito i motivi della sua assenza, resi ovvi da una breve conversazione con il regista e sceneggiatore del sequel:

Richard [Curtis] mi ha scritto dicendo 'Tesoro, non possiamo scrivere nulla per te a causa di Alan'; e io ho risposto: 'No, certo: sarebbe davvero troppo triste'. È troppo presto: il corto per Comic Relief vuole strappare un sorriso e non c'è nulla di comico nella perdita di un caro amico avvenuta appena un anno fa. Ci abbiamo pensato e ripensato, e sembrava semplicemente sbagliato [inserire anche il mio personaggio]. È la decisione giusta.

Inoltre, a quanto pare, la storia di Harry e Karen non sarebbe stata felice: secondo quanto rivelato da Emma Freud, che aveva supervisionato il copione del film, i due sarebbero ancora sposati, ma totalmente insoddisfatti del loro matrimonio.

Non ci resta che aspettare il 24 marzo 2017 sperando che il resto dei protagonisti abbia trovato invece un lieto fine. Voi cosa vorreste vedere nel sequel di Love Actually?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.