FoxLife

Ben Affleck parla dei suoi problemi con l'alcool e dedica un pensiero a moglie e figli

di -

Con un post su Facebook, Ben Affleck ha dichiarato di aver completato la riabilitazione per la dipendenza da alcool e ha rivolto un toccante pensiero alla famiglia.

Ben Affleck sul red carpet

351 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Che Ben Affleck non stia attraversando un periodo facile è chiaro da un po'. Tra la complicata situazione con la (ex?) moglie Jennifer Garner, il flop di critica e incassi de La Legge della Notte e gli innumerevoli problemi con The Batman, l'attore sta affrontando uno dei momenti più bui della sua vita personale e professionale.

Ma ora (forse) intravede la luce in fondo al tunnel.

Con un toccante comunicato su Facebook, il premio Oscar per Argo ha rivelato di avere concluso la riabilitazione per la dipendenza dall'alcool:

Ho completato il trattamento per la dipendenza dall'alcool. Una cosa con cui ho già avuto a che fare in passato e con la quale continuerò a fare i conti. Voglio vivere la vita al massimo ed essere il miglior padre possibile. Voglio che i miei figli sappiano che non c'è vergogna nel chiedere aiuto quando se ne ha bisogno ed essere fonte di ispirazione per tutti coloro ai quali serve una mano, ma hanno paura a fare il primo passo. Sono fortunato ad avere l'amore della mia famiglia e dei miei amici, in primis mia moglie Jen, che mi ha supportato e si è presa cura dei nostri bambini nel momento in cui ho deciso di fare quello che ho fatto. Questo è il primo passo sulla lunga strada che porta alla guarigione.

Ben, Jennifer e il rehab

Ben Affleck e Jennifer Garner in un momento di tenerezzaHDGetty Images
Vicini e affiatati:Ben Affleck e Jennifer Garner ai tempi del loro amore

Il "coming out" di Ben sulla sua dipendenza dall'alcool e le parole per la moglie e i 3 figli hanno colto di sorpresa il mondo di Hollywood e i fan e in molti si sono chiesti se la decisione dell'attore di entrare in rehab sia stata dettata dalla volontà di recuperare il rapporto con Jennifer Garner e salvare il matrimonio.

Del resto, nell'ultimo anno il tira e molla tra i due ha riempito le pagine rosa di siti e giornali.

Ma a quanto pare, non è così.

Secondo E! Online, l'attore avrebbe deciso di curarsi indipendentemente da Jen e avrebbe fatto tutto da solo, compreso l'annuncio su Facebook:

Non voleva ripetere gli stessi errori del passato. Desidera stare bene e trovare l'equilibrio. Non vuole più nascondersi. Continuerà a lavorare sul suo problema. Questo è stato un passo, ma il processo va avanti. È a buon punto.

Tuttavia, è innegabile che il gesto e le parole di Ben siano un dichiarazione d'amore per la moglie, che in un'intervista a Vanity Fair di qualche tempo fa ha rilasciato sull'ex delle dichiarazioni ben poco lusinghiere (per quanto pacate), facendo trapelare che la fine del matrimonio sia stata causata dal problematico modo di essere e di vivere dell'attore.

Quelle difficoltà sono alle spalle? L'insider di E! Online ha rivelato che Ben ha capito tante cose durante il soggiorno in rehab:

Ha imparato molto mentre era lì. Ognuno [degli ospiti, n.d.r.] ha una storia e l'ha raccontata. Per lui ha avuto un grande significato.

Ben Affleck: i problemi con l'alcool 

La dipendenza dall'alcool non è (purtroppo) una novità per Ben Affleck. 

Ben Affleck insieme all'amico Matt DamonHDGetty Images
Ben Affleck sorridente con il grande amico Matt Damon

Come riporta Vanity Fair, nel 2001 l'attore si è sottoposto a un trattamento presso un centro specializzato per curare i suoi problemi con la bottiglia e ha raccontato l'esperienza in un'intervista al giornale nel 2003:

Ero davvero infelice. Volevo rompere il circolo vizioso dell'uscire a bere, avere i postumi della sbornia e sentirmi a pezzi al mattino, non ricordare le conversazioni avute ed essere vagamente consapevole di essere stato antipatico. Era veramente deprimente. Sembrava insulso, senza senso e stupido. Poiché potevo permettermelo economicamente, sono andato in rehab e ho fatto terapia.

Ma diversamente da oggi, allora Ben è sembrato meno determinato e convinto di essere sulla buona strada verso la guarigione:

Sono diventato un attore migliore? Che tipo di persona voglio essere? Che lavoro voglio fare? Uscire, andare in giro in modo meccanico in stato confusionale ogni sera, non mi ha aiutato in questo senso. Ho rivalutato un sacco di cose. Non sono un monaco. Non rimango a casa. Ma [il rehab, n.d.r.] mi ha reso una persona più responsabile. Presto maggior attenzione. [...] È incredibile quante cantonate si possano prendere quando si è sobri, ma mi piace pensare di fare meno errori. In termini di comportamenti distruttivi, il mio barometro è: 'Questo è male per me? Mi sto rovinando la vita?'.

Nel 2012, l'attore è tornato nuovamente a riflettere su quel periodo della sua esistenza:

Sono entrato in rehab perché avevo 29 anni, la mia vita era una festa continua, non avevo limiti e volevo schiarirmi le idee e cercare di capire chi volessi essere. Prima di diventare un rito di passaggio, è stato più un modo per rimettermi in carreggiata.

Questa volta, sarà quella buona?

I fan e sicuramente anche la sua famiglia - Jennifer e i bambini - lo sperano con tutto loro stessi.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.