FoxLife

Emma Watson vittima degli hacker, trafugati alcuni scatti privati

di -

Sul web si vocifera di alcuni scatti hot rubati alla protagonista del live action La Bella e la Bestia. Emma Watson, però, nega tutto: sono solo foto in costume.

Primo piano di Emma Watson

573 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Chi ha violato il computer di Emma Watson deve aver pensato di aver messo a segno un colpo davvero grosso.

L'attrice, infatti, è attualmente su tutti i giornali per il live action La Bella e la Bestia, in uscita nelle sale italiane proprio domani, 16 marzo. L'ex Hermione della saga di Harry Potter interpreta la protagonista e, a quanto pare, non deluderà assolutamente le aspettative dei fan della splendida storia d'amore firmata Disney.

Dopo essere stata a lungo criticata per essersi mostrata a seno (quasi) nudo sulla copertina di Vanity Fair - ed essersi difesa egregiamente - Emma si trova a dover fronteggiare un altro piccolo scandalo.

Un intenso primo piano di Emma WatsonHDGetty

Nelle ultime ore, infatti, si è diffusa a macchia d'olio la notizia di alcuni scatti hot che un hacker avrebbe trafugato dall'archivio personale dell'attrice e pubblicato sul web.

Emma Watson e le foto rubate dagli hacker: tutta la verità

In realtà, secondo quanto riportato dal DailyMail, non ci sarebbe nessuna fotografia di nudo.

Gli addetti stampa dell'attrice hanno immediatamente fatto chiarezza, sostenendo di aver preso visione delle immagini tanto discusse.

Non sono foto di nudo. I legali sono stati messi al corrente e non commenteremo oltre. Sono state rubate delle fotografie che Emma Watson ha realizzato un paio di anni fa durante la scelta di alcuni abiti.

Le foto (circa 80) ritraggono la Watson intenta a misurare vestiti, cappelli e in alcuni casi - quelli che la vedono con più pelle scoperta! - dei costumi da bagno.

Gli scatti sono stati pubblicati su Instagram, ma poi subito rimossi.

Alcuni scatti rubati a Emma WatsonHDInstagram

Non è la prima volta che Emma Watson viene prese di mira dagli hacker.

Nel 2014, poco dopo il lancio della campagna a favore dei diritti delle donne HeForShe promossa dall'ONU - di cui Emma è ambasciatrice - un gruppo di hacker la minacciò della pubblicazione di scottanti fotografie private che, a quanto sembra, non sarebbero mai esistite.

Emma Watson durante un'intervista imbarazzanteGiphy

Tieni duro, Emma!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.