PS5 e Xbox Scorpio, la grafica punterà al fotorealismo?

di -

Le prossime console Sony e Microsoft dovrebbero essere potentissime e proporre una grafica moto vicina alla realtà. Almeno stando al parere degli esperti...

Xbox Scorpio vista dall'interno

303 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Nonostante le console attuali abbiano già qualche anno sul groppone, sono ancora tantissime le esperienze da vivere in futuro, pad alla mano.

Sono infatti molteplici i videogiochi di sicuro interesse in uscita nel corso del 2017 e nei prossimi anni, tanto su PS4 e Xbox One quanto sul neonato Nintendo Switch, la nuova piattaforma della casa di Super Mario e di The Legend of Zelda.

Eppure c'è già chi sogna l'evoluzione dell'industria videoludica, incuriosito dalle possibili prestazioni di PlayStation 5 e Xbox Scorpio - di cui scopriremo maggiori dettagli quasi sicuramente a Los Angeles in occasione dell'E3 2017 di giugno, il primo aperto al pubblico. In soldoni, ci si chiede quale livello di fedeltà grafica sarà possibile raggiungere sfruttando al massimo le potenzialità dei prossimi gioiellini tecnologici confezionati dai colossi Sony e Microsoft.

Una domanda a cui ha provato a rispondere Jamie Fisher di Climax Studios, parlandone tanto da autore di videogiochi quanto da fruitore del medium videoludico. 

Queste le sue dichiarazioni in merito al futuro delle console:

Non sono così interessato a cosa troveremo dentro la scatola, quello che mi interessa sono i giochi. Il mio desiderio, per la prossima generazione, è che le persone continuino a produrre dei bei prodotti da utilizzare con esse. Il fotorealismo è inevitabile. Se continueremo ad accrescere la potenza dei nostri dispositivi da gioco - cosa che faremo al 100% - allora prima o poi raggiungeremo un livello in cui la grafica di un gioco sarà capace di essere fotorealistica, che si tratti di nuova generazione o no. Per quanto mi riguarda, però, non è una cosa che mi attira. Personalmente, preferisco i giochi con un'estetica ben realizzata e coesa, rispetto a quelli che puntano a sembrare realistici.

Insomma, il fotorealismo pare inevitabile, soprattutto considerando la corsa delle stesse "grandi" nel proporre versioni potenziate delle loro console. Una corsa che Fisher ha voluto commentare:

Non sono nemmeno minimamente qualificato per poter discutere dell'argomento da un punto di vista business, ma da consumatore sarei parecchio irritato se la console che ho comprato negli ultimi tre anni di punto in bianco diventasse obsoleta. L'idea di un modello di console più iterativo è interessante, almeno fino a quando una data generazione di una data piattaforma è supportata, il che significa che vale la pena averla, e che il supporto va bene. A quel punto, per me non ci sono problemi.

Voi cosa ne pensate? Sapevate che secondo un analista PlayStation 5 potrebbe uscire già nel 2018?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.