FoxLife

Ewan McGregor interviene sulle controversie gay de La Bella e la Bestia 'Per favore, è il 2017'

di -

Ospite di uno show televisivo, Ewan McGregor ha espresso la sua opinione sulle infiammate controversie a proposito della svolta arcobaleno de La Bella e la Bestia.

Ewan McGregor in un collage con LeFou

370 condivisioni 0 commenti 4 stelle

Share

Attore fuori dagli schemi - e non solo per il ruolo di Mark Renton in Trainspotting e T2: Trainspotting - e dotato di graffiante senso dell'umorismo, Ewan McGregor ha espresso il proprio sconcerto di fronte alle controversie dovute al "momento esclusivamente gay" de La Bella e la Bestia affidato al colorato personaggio di LeFou.

Ospite al Late Show di James Colbert, l'esterrefatto McGregor - che nella pellicola interpreta Lumière - ha confermato che ci sarà questo accenno arcobaleno nel live-action Disney.

È proprio così, è un personaggio gay e siamo nel 2017, per l'amor di Dio.

Ewan McGregor non ha usato mezzi termini nel spiegare come la pensa riguardo alle controversie e alle polemiche sull'omosessualità di LeFou.

La reazione di Ewan McGregor

C'è un sacco di sesso gay in questo cartone animato. E penso che, se vivete da qualche parte vicino all'Alabama non dovreste andare a vedere questo film. Cosa penserebbe Gesù?

L'Alabama non era casuale nel discorso dell'attore, che ha fatto esplicitamente riferimento al Henagar Drive-In, il cinema che - dopo aver sentito dalle dichiarazioni di Bill Condon che LeFou sarebbe stato un personaggio gay - ha annullato la proiezione.

L'orientamento sessuale di LeFou

Bill Condon aveva cercato di spiegare più dettagliatamente la complessità del LeFou che appare nella sua versione della celebre favola.

LeFou è uno che un giorno vuole essere Gaston e l'altro vuole baciare Gaston. È confuso su ciò che vuole: è un uomo che ha appena realizzato di avere questi sentimenti. E Josh Gad ha fatto un lavoro veramente sottile e delizioso sul personaggio.

LeFou in un collage con Josh GadComingSoon
LeFou è il primo personaggio gay Disney

In ogni caso, come spesso accade, la dichiarazione di Condon è stata gonfiata a dismisura e snaturata al punto da parlare di un lieve accenno come se fosse il tema portante del film. Ma l'omosessualità di LeFou è qualcosa di impercettibile e sottile, che non costituisce in nessun modo il soggetto del film (La Bella e la Bestia parla della storia d'amore tra Belle e il principe trasformato in un mostro).

Anche Emma Watson è stata chiara a proposito, come ha dichiarato a EW.

Non voglio che le persone che si avvicinano al film pensino che lì ci siano grandi linee narrative. Non c'è nessuno snodo narrativo, è una specie di gioco sottile che fa pensare al pubblico 'Lo è o non lo è?'. Penso sia divertente: adoro l'ambiguità di questo punto.

Le censure in Russia e Malesia

Eppure il boicottaggio minacciato contro il live-action non è assolutamente trascurabile: in Russia il film ha scatenato l'allarme rosso perché farebbe "propaganda gay" che in questa nazione è severamente proibita nei confronti dei minori, mentre in Malesia - come ha riportato dettagliatamente BBC e Fortunela proiezione della pellicola al momento è stata bloccata da Disney proprio per la parentesi su LeFou considerata inaccettabile.

Il Malaysian Censorship Board (il Comitato di Censura) aveva dato il via libera alla pellicola, ma solo dopo il taglio del breve momento a tema omosessuale. In Malesia, nazione prevalentemente musulmana, l'omosessualità è vietata e la scure della censura ha dovuto abbattersi sul film, anche se il Ministro del Turismo ha dichiarato che si trattava di un "taglio ridicolo".

Fortune ha riportato che alla fine Disney non ha accettato la censura e ha comunicato a Bloomberg che ha deciso di fermare la distribuzione del film in Malesia.

Una scena con LeFou e Gaston ne La Bella e la BestiaDisney
LeFou è innamorato di Gaston?

Voi come la pensate? Convenite con Ewan McGregor sul fatto che... siamo nel 2017?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.