FoxCrime  

Sherlock Holmes: 5 curiosità sui romanzi di Conan Doyle

di -

È uno dei personaggi più iconici nella letteratura crime e il suo modo di investigare è stato rivoluzionario. Ecco 5 curiosità sul genio di Londra.

Sherlock Holmes in azione

33 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Sherlock Holmes, nato dalla penna di Sir Arthur Conan Doyle, è senza dubbio il personaggio più iconico nel panorama dei romanzi gialli. Il suo particolare modo di investigare e il suo carattere austero, sicuro di sé e a tratti borioso, sono i tratti distintivi di uno degli investigatori più amati nella storia della letteratura.

Il consulente investigativo tanto famoso nella Londra dei primi del '900, è tutt'ora moderno e rivive ancora oggi in diverse serie TV - due su tutte: Elementary e Sherlock - e film, vedi quelli con Robert Downey Jr..

Ma pensate davvero di conoscere a fondo il protagonista dei racconti di Conan Doyle?

5 curiosità su Sherlock Holmes

1 - Non tutte le storie vengono raccontate da Watson

Sherlock Holmes e John Watson in una raffigurazione dei primi del novecento
Una raffigurazione di Sherlock Holmes e John Watson dei primi del novecento

Tratto distintivo dei libri di Conan Doyle è l'uso dell'assistente di Sherlock per narrare i fatti ma in ben 4 storie non è lo stesso Watson il narratore. Infatti in due racconti, L’avventura del soldato sbiancato L’avventura della criniera del leone, è lo stesso Sherlock a parlare mentre negli altri c'è una terza persona a tirare le fila della storia.

2 - Ha fatto il suo esordio al cinema nel 1900

Si intitolava Sherlock Holmes Baffled (Un perplesso Sherlock Holmes) ed era semplicemente un cortometraggio di circa 30 secondi. Da lì in poi è stata un'escalation di successi.

3 - La H. nel cognome di Watson è un vero mistero

Una raffigurazione in uno degli scritti di Sir Arthur Conan Doyle

Il nome completo dell'assistente di Sherlock è John H. Watson ma ancora oggi nessuno è riuscito a dare una spiegazione a quella H.. Quale nome o soprannome si nasconde dietro quella lettera? In nessuno dei romanzi pubblicati viene mai menzionato.

4 - Non ha mai indossato il tipico cappello "deerstalker"

Un monumento raffigurante Sherlock Holmes
Una statua raffigurante Sherlock Holmes

Forse l'immagine più iconica del personaggio è il caratteristico cappello a doppia falda che, attenzione attenzione, nei libri non è mai stato descritto. Essendo un copricapo tipico della Londra dei primi del '900, il disegnatore Sidney Paget ha deciso, di sua spontanea volontà, di affibiarglielo in un disegno di quell'epoca.

Anche la pipa con cui è notoriamente raffigurato è di un altro modello rispetto a quello descritto nei racconti: Sherlock infatti fumava una pipa da tabacco che non presenta un corpo ricurvo ma allungato e disteso.

La pipa da tabacco claybriar

Non ha mai pronunciato la famosa frase "Elementare Watson!"

Il protagonista seduto su una sedia a dondolo

È la citazione che più spesso si associa a Sherlock Holmes ma non c'è nulla di più sbagliato: la frase infatti è stata pronunciata solo anni dopo le pubblicazioni, in un film dedicato all'investigatore che abita al 221 di Baker Street.

Siete rimasti sorpresi?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.