Resident Evil 7, in origine il gioco era molto simile a Resident Evil 6

di -

Resident Evil 7 era molto più simile a Resident Evil 6 durante le prime fasi di sviluppo. La rivelazione arriva dal producer dell'acclamato survival horror giapponese.

L'inquietante bambina di RE7 Biohazard

122 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Resident Evil 7 è riuscito a riportare l'altalenante serie horror di casa Capcom ai fasti di un tempo.

Nonostante molti appassionati - se non tutti! - si siano subito detti scettici sulle scelte compiute dal team di sviluppo giapponese, il settimo capitolo ha dimostrato che Biohazard ha ancora molto da dire e dare nell'industria del gaming.

Eppure durante le prime fasi di sviluppo le disavventure di Ethan Winters tra le putride mura di casa Baker erano assai diverse. Sì perché, prima dell'effettiva rivoluzione di meccaniche e ambientazioni, il colosso di Osaka era al lavoro su una versione del videogame molto simile al controverso Resident Evil 6

La rivelazione arriva dalla viva voce di Masachika Kawata, producer del titolo, che va al contempo a denunciare uno sviluppo sicuramente difficile e pieno di scommesse, messo in luce anche da una serie di video making of:

Stavamo ancora sviluppando il concept con lo stesso approccio adottato per Resident Evil 6, ma le cose non stavano andando bene. Jun Takeuchi ha poi proposto il cambio di telecamera in favore della prima persona, e si è fatto promotore del ritorno della serie all'horror puro. Ha detto che avremmo potuto combinare gli elementi classici di Resident Evil con la tecnologia moderna.

Insomma, a quanto pare senza la visione illuminata dell'executive producer del gioco, Jun Takeuchi, Resident Evil 7 non avrebbe mai potuto vantare la grande personalità che invece ha dimostrato di avere. Una personalità che si rifà senza ombra di dubbio a molti lungometraggi cult di genere horror, ma che sa anche regalare guizzi assolutamente intimi e personali. 

Noi gamer non possiamo che ringraziare Takuchi per il suo coraggio e per aver impugnato le redini del progetto. 

Intanto tutti gli acquirenti di Resident Evil 7 attendono con trepidazione il debutto del prossimo DLC, Not A Hero. Il contenuto aggiuntivo, scaricabile gratuitamente, segnerà il grande ritorno di Chris Redfield! Il leggendario ex agente S.T.A.R.S. è stato protagonista del primissimo capitolo della serie zombesca, per poi tornare in Code: Veronica, nel quinto, nel sesto e nel film in computer grafica Resident Evil: Vendetta.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.